Voglio una vita come (la nuova di) Kevin Prince

Da sorpresa a capro espiatorio. Da idolo della curva a peso per la squadra. Finalmente, abbracciando le Canarie, Kevin Prince può essere invidiato fino in fondo.

Sì, è vero. Da quando Kevin Prince Boateng ha legato il suo nome (…e non solo) a Melissa Satta, è ufficialmente un individuo invidiabile. Anche la sua prima posizione all’interno del Milan poteva fare gola a noi Bomber, ma dopo i primi fuochi qualcosa ha cominciato ad andare storto.

Come ben sappiamo, in questa unica rubrica dell’invidia calcistica, valutiamo le esistenze a tutto tondo. Soprattutto, poi, preferiamo chi sa trovare il suo spazio in quella sacca magica fatta di figa, lusso e scarsa pressione sportiva.

Per questo il secondo criticato e dileggiato Boateng rossonero non poteva rientrare nei nostri parametri nonostante, ribadiamo, dividesse e divida il lettone con Melissa. Ora invece il nostro eroe ha fatta la scelta definitiva. La più giusta che potesse mai prendere in vita sua. Se Mario Balotelli ha confessato di aver scelto Nizza per il mare, Kevin ha fatto ancora di più.

Gioca in Liga, sta alle Canarie, con la Satta, e segna pure giocando un bel calcio. La gente, come visto nella presentazione ufficiale, lo adora e con un tacco o una rovesciata delle sue, può ricevere onorificenze praticamente ogni settimana.

Ora sì. Ora Kevin ti invidiamo davvero. Le polemiche italiane, le acconciature bizzarre, la panchina e e pressioni. Le voci, i rumors e gli sfottò. Non c’è più nemmeno la nebbia e la tangenziale. Adesso sì che, proprio tutti, vogliamo una vita alla Kevin Prince!

Sole, mare, Satta…e sei in pole position! (semi cit.)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy