News 4 Nov, 2014 @ 16:54

Le Belle Favole del Calcio

Ci sono giocatori che da giovani sembrano promettere faville, ma poi finiscono per perdersi per i più strani motivi... Ci sono giocatori che non hanno una carri...

By Redazione

Le Belle Favole del Calcio

Ci sono giocatori che da giovani sembrano promettere faville, ma poi finiscono per perdersi per i più strani motivi…
Ci sono giocatori che non hanno una carriera brillante, ma fanno parlare di sè per avventure epiche o al limite dell’inenarrabile…
Ci sono giocatori che arrivano in Italia (o in un grande campionato) con una nomea di “top player”, salvo essere rispediti a casa a calci per terminare mestamente la loro carriera…
Noi loro, questi giocatori, li chiamiamo BOMBERONI

Savio Nsereko: calciatore ugandese, naturalizzato tedesco. Carriera folgorante la sua…promette bene, anzi benissimo al Brescia a 17 anni. Si interessa a lui la Juve, ma poi finisce in Premier League al West Ham. Nel 2012, dopo aver fallito in altre piazze (Bologna, 2 presenze, Monaco 1860 0, Fiorentina 0, Vaslui 0) divenne protagonista di una “mega bomberata” in Thailandia: fa perdere le sue tracce, finge un rapimento per avere soldi dalla famiglia (25 mila euro) che invece servono per pagarsi due prostitute. Unterhaching, Viktoria Colonia, Hapoel Hakko e ora il club kazako del Atyrau Futbol Kluby. IMMENSO.

Ousmane Dramè: si fa le ossa tra Padova e Ascoli e arriva a Lecce nel 2013. Il 22 aprile dopo un paio di presenze è protagonista anche lui di un’avventura “a luci rosse”. Da esperto del mestiere, propone un affare ad una prostituta: il suo smartphone in cambio di una prestazione sessuale. A cose fatte decide di riprenderglielo, ma viene inseguito da un trans che vuole vendicare la collega. Risultato: i carabinieri arrivano a sedare la rissa. Inspigabilmente dopo 5 presenze con l’Unione Venezia, lo compra lo Sporting Lisbona che gli fa firmare la clausola di rescissione a 45 milioni di euro. A proposito di affari…

Marcos André Batista Santos meglio noto ai più come Vampeta: il suo soprannome è un mix tra le parole Diavolo e Vampiro. Lui invece, quando si presenta a Milano (sponda Inter), risulta un misto tra un oggetto misterioso e una calamita attira bestemmie. Un gol (nella Supercoppa Italiana) e otto indimenticabili presenze in nerazzurro poi un via vai di squadre pure blasonate che cercano di dargli nuove possibilità…Niente lui scelse un altro modo per far parlare di sè: la prima cosa che dice Wikipedia sul suo conto: È conosciuto per esser stato il primo calciatore brasiliano che ha posato totalmente nudo per rivista gay G-Magazine, nel 1999.[1][2]

 

, , , ,

By Redazione


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *