“Quando Gascoigne mi fece prendere la multa”

“Paul ne ha fatte di tutti i colori” racconta ridendo Gigi Corino mentre ricorda quei giorni.

“Una volta mi disse di passarlo a prendere a casa, perché lui a Roma non guidava, girava con l’autista. Quel giorno, non so perché era a piedi. Arrivo a casa, era come al solito mezzo nudo. Gli dico di sbrigarsi, perché Zoff era inflessibile e se arrivavi in ritardo le multe fioccavano. Lui mi offre una birra, mi accende la televisione e mi fa mettere seduto in salone. Dopo dieci minuti, niente. Lo chiamo, salgo a cercarlo, niente. Era sparito. Esco e mi rendo conto che mi aveva rubato la macchina ed era andato al campo di allenamento lasciandomi a piedi. Chiamo di corsa un taxi e quando arrivo, in ritardo clamoroso, a Tor di Quinto, lui si rivolge a Zoff e comincia a urlare: ‘Multa Mister, multa, multa…’, con tutti i compagni in coro, piegati dalle risate perché sapevano dello scherzo.

Poi Corino racconta un altro particolare abbastanza noto di Gascoigne: “Ma questo è niente. Perché lui era capace di tutto, anche di farti la cacca dentro i calzini da gioco e di rimetterteli come se nulla fosse appoggiati sugli scarpini”. Come raccontò anche Rino Gattuso nel periodo dei Rangers.

Fonte: Siamo Una Firm

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I più letti