Le 5 migliori prestazioni… alcooliche

[tps_title]L’arciere[/tps_title]

Di Andy van der Meyde non solo abbiamo scritto noi (I precursori del Bomberismo: Andy van der Meyde), ma è stato lo stesso giocatore a vuotare il sacco su tutte le sue problematiche interiori. Tra corse in macchina, avventure amorose e capacità di gestire il denaro pari a quella di un bambino di 8 anni, l’ex ala dell’Inter racconta: “Quando giocavo nell’Everton, una volta passai una serata a gozzovigliare a Manchester, mi scolai un’intera bottiglia di rum e andai direttamente agli allenamenti. Ai test registrai il mio miglior tempo di sempre, ma non riuscii a nascondere la sbronza”.

LIVERPOOL, UNITED KINGDOM - AUGUST 12: Andy Van Der Meyde of Everton in action during the pre-season friendly match between Everton and Athletic Bilbao at Goodison Park on August 12, 2006 in Liverpool, England. (Photo by Jamie McDonald/Getty Images)

 

La morale della favola è: se vesti le maglie di Inter e/o Roma, prima o poi si chiudono i cancelli dei campi da calcio ma ti si spalancano le porte dei Pub.

Guarda anche:

Voglio (almeno) un Natale come quello di Schweini

“Cazzo, no! Un’altra volta?!”

Frosinone tettone

7 persone più utili di Geoffrey Kondogbia

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I PIù LETTI DELLA SETTIMANA