A un passo dalla leggenda… col bidone svedese

Si chiama Kristiano Samuel Armenteros Nunez Mendoza Jansson e poteva entrare nella leggenda del calcio. Con un fortunoso tocco nell’area del Sassuolo questo attaccante svedese di origine cubana, avrebbe regalato il primo punto del Benevento, rompendo una striscia negativa che ormai non ha eguali in qualsiasi galassia conosciuta.

Non convocato per la sfida con l’Italia, l’ex jolly offensivo (tra duecentomila virgolette) dell’Heracles ha davvero rischiato di diventare l’unico svedese a venire di questi tempi osannato in una città italiana. Al rigore spedito sulla traversa da Berardi sull’1 a 1, il destino sembrava averlo definitivamente scelto per questo straordinario ruolo.

E invece nulla da fare. Perché l’inesorabile Benevento perde la 13esima partita consecutiva perdendo in mischia Peluso, che insacca di testa sul finire del recupero. Il gol di Armenteros torna inutile, e lui rimarrà dunque con ogni probabilità solamente il bidone che è, non legando per sempre il proprio nome alla memoria di una delle più leggendarie formazioni che il nostro calcio potrà mai ricordare.

Poteva proprio uno svedese diventare pure il personaggio della settimana in Serie A? No, sarebbe stato davvero troppo. Non sei mica Ciciretti!

GUARDA ANCHE:

DHORASOO: “KALADZE LITIGÒ CON GATTUSO PER ME”

FALCINELLI’S WAY. LA SUA ANGELA È UN SOGNO

MIRACOLO BRASILIANO. UN ANNO DOPO LA CHAPE È SALVA

 

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I più letti