Il volo di Dodò. Moderno fenomeno parastatale

Come malinconicamente faceva la Gialappa’s nei primi anni 90, salutando con musiche struggenti e immagini di partenze i fenomeni parastatali dell’epoca, vogliamo omaggiare un calciatore simbolo del nostro calcio tornato nel suo Brasile senza il clamore che avrebbe meritato.

Parliamo del mitico Dodò. Sempre sul filo tra il “cazzo, ma questo promette” e il “ma dove l’han pescato questo qua”, con chiara propensione a quest’ultimo, ha solcato i campi della nostra Serie A per sei stagioni, giocando abbastanza inspiegabilmente per Roma, Inter e Sampdoria.

Giocatore dal ricciolo più imponente delle fasce muscolari, tatticamente sapiente come un riccio su una provinciale, Dodò arriva appena ventenne in giallorosso come intuizione dell’allora ds Sabatini.

Faccia pulita a dimostrare meno dei suoi vent’anni e nome fanciullesco che suscita l’ilarità dei più, questo terzino sbarca nel 2012 nel nostro campionato con le stesse perplessità e riserve che accolsero a suo tempo il connazionale Kakà.

Ecco, ogni punto d’incontro con il fantasista rossonero si ferma qui. In questi sei anni gioca appena 90 partite complessive, senza mai superare le 20 presenze in campionato. Nonostante questo, come dicevamo, può ad appena 26 anni vantare un curriculum di tutto rispetto, avendo militato in alcune delle più importanti squadre italiane.

Un po’ come quando fai uno stage di due settimane in un bar e sul cv scrivi “food and beverage manager”. Ma tant’è, vale lo stesso.

Alla fine però l’incantesimo si è spezzato. Qualcuno alla Sampdoria, sua squadra fino a febbraio, d’improvviso si è accorto di lui e ha pensato: ma questo qui è della Primavera? No. E quindi era forse giusto imbarcarlo. Dopo la bellezza di 15 non convocazioni e zero minuti giocati in stagione, Dodò ha quindi preso il volo.

Sfruttando la finestra del mercato brasiliano aperta fino al 31 marzo 2018 è tornato a casa, diventando tra l’altro fiero compagno nel Santos di un altro idolissimo come Gabigol.

Nonostante i media abbiano quasi completamente ignorato la notizia, noi non ci stiamo e alziamo la voce. Dodò sempre nel cuore!

 

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I più letti