Home » Tifoso del Perù come Homer. Ingrassa 25 kg per trovare un biglietto
News

Tifoso del Perù come Homer. Ingrassa 25 kg per trovare un biglietto

L'incredibile storia di un tifoso peruviano che ha messo a repentaglio la propria vita solo per trovare i biglietti per le partite del Perù. Mai vista una roba così.

Questa è l’incredibile storia di un folle che ha messo a repentaglio la propria salute solo per seguire la sua Nazionale in Russia. Tale Miguel F., fervente tifoso peruviano, era disposto a tutto pur di trovare i biglietti per le partite di Guerrero e compagni, ma una volta attivatosi per comprarli aveva scoperto che erano già terminati.

A quel punto si è accesa la lampadina della follia. A disposizione erano rimasti solo i posti per persone con mobilità ridotta, così Miguel non ha perso tempo bloccandoli immediatamente. A quel punto non restava che ingrassare pesantemente.

“Uno dei requisiti era soffrire di obesità patologica – ha dichiarato il tifoso ad As.com – Io avevo 30 di indice di massa grassa e dovevo arrivare a 35. Mi mancavano 25 chili.”

Con una lucidità disturbante ha quindi cominciato a scalare la vetta verso l’obiettivo…

“Ho comprato i biglietti e poi ho iniziato a ingrassare. Ho mangiato di tutto, soprattutto carboidrati. Ho avuto tre mesi per presentare il certificato di obesità e per fortuna alla fine ce l’ho fatta.”

Sempre con disarmante serenità Miguel ha persino confessato:

“Qualche amico ha anche pensato di rompersi una gamba, ma alla fine non ha avuto il coraggio. Sono le pazzie che si fanno per il calcio.”

Eh sì, fino a un certo punto però caro Miguel. Questa storia, ne converrete, ricorda clamorosamente la puntata dei Simpson in cui Homer ingrassava di proposito per poter lavorare da casa. Chissà se il signor Burns aiuterà anche il giovane peruviano a riprendere la forma (o gli pagherà la liposuzione) alla fine del Mondiale.

GUARDA ANCHE:

FIGA TIME: Ecco Stefania. Bomber Borriello è di nuovo in città…
Cattelan e Alciato giocheranno in Champions e no, non siamo ubriachi
Rapper coi guanti. La trap di Gollini è già leggenda

 

 

Scrivi un commento

Clicca qui per lasciare un commento