In caso di parità totale di punti al Mondiale passerà chi avrà meno cartellini gialli

Siamo nel vivo della terza giornata dei Mondiali e il rischio che qualche squadra finisca a pari punti è concreto. Ma i casi di quest’anno rischiano di portare una parità perfetta nei punteggi – anche per quanto riguarda la differenza reti – e allora la Fifa ha scelto un nuovo elemento di giudizio per rimandare il più possibile il rischio di ricorrere al sorteggio: il premio Fair Play.
In caso di perfetta parità (punti, scontri diretti, differenza reti, squadra che segna più gol), vince chi accumula meno cartellini. La Fifa ha deciso questo regolamento:
Cartellino giallo, -1 punto
Secondo cartellino giallo e rosso, -3 punti
Rosso diretto, -4 punti
Giallo e rosso diretto, -5 punti

Ma in che casi possono verificarsi queste speciali classifiche?
Il primo c’è stasera: Portogallo e Spagna sono a pari punti, hanno pareggiato lo scontro diretto e hanno vinto solo 1-0 il secondo turno. Oggi potrebbero benissimo vincere con lo stesso punteggio e in quel caso passerebbe chi ha meno cartellini alle spalle.

Ma il caso più particolare tocca a Belgio e Inghilterra. Quando giocheranno per decidere il primo posto (attualmente sono primi anche nelle differenze reti e gli inglesi sono avanti per un cartellino giallo, assurdo vero?), sapranno già se Brasile e Germania si affronteranno per l’ottavo di finale. In quel caso paradossalmente a nessuna delle due converrà arrivare per primi – altrimenti potrebbero finire da quel lato del tabellone e trovare una tra Brasile e Germania ai quarti. E in quel caso cosa succederà? Si picchieranno per prendere più cartellini possibili e arrivare secondi? Si prevedono grandi storie. Arrivare primi per merito dei cartellini gialli: storie mai viste.

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I più letti