Home » “Perisic vale CR7” parola di Luciano Spalletti
News

“Perisic vale CR7” parola di Luciano Spalletti

perisic vale cr7

Nella prima conferenza stagionale, il tecnico dell’Inter Luciano Spalletti ha dato spettacolo accostando Perisic a Cristiano Ronaldo e soprannominando Nainggolan “Diabolik”.

PERISIC VALE CR7, PAROLA DI LUCIANONE

In un periodo nero per i tifosi nerazzurri col giocatore più forte del mondo che ha scelto i colori degli odiati rivali bianconeri, ci pensa Spalletti a tirare su il morale all’ambiente. Dopo gli apprezzamenti dello Special One all’ala croata, il tecnico toscano ha commentato: “Sono d’accordo con Mourinho, ha uno strapotere fisico. Lo si può accostare a Cristiano Ronaldo, perché come lui è forte nella velocità finale e nella resistenza. Fa dei recuperi impressionanti di 80-100 metri. In fase difensiva ci ha spesso tolto dalle difficoltà. Deve migliorare il suo feeling con la porta, spero che riesca a fare più gol perché lui ha dei numeri superiori. Dopo questo mondiale lui e Brozovic hanno acquisito delle consapevolezze che si porteranno dietro dalla Russia”. 

DA NINJA A DIABOLIK

Parole d’elogio anche sull’ex centrocampista della Roma: “Nainggolan ha fatto bene in tutte le squadre in cui ha giocato. Ha fatto vedere di che pasta è fatto e sono convinto che farà vedere il suo marchio anche agli interisti. Il suo problema è che non ha cover, si dà per quello che è. A qualcuno questo non piace, a noi sì”. Quando un giornalista gli dice di tenerlo sott’occhio per i suoi comportamenti eccessivi fuori dal campo (non ultimo l’incidente in Ferrari), Spalletti risponde scherzosamente: “Provaci tu se riesci, è come Diabolik, scappa da tutte le parti“. Infine, quando un giornalista gli dice che la Juve è superiore, Spalletti risponde: “Nessuno può farci sentire inferiori senza il nostro consenso”.

CLICCA SULLE IMMAGINI E LEGGI ANCHE

natale in qatar
NATALE IN QATAR – Prossimo cinepanettone? No prossimo Mondiale
L’infanzia terribile dei giocatori della Croazia
Canzoni “mondiali”: le più belle, le più brutte

Scrivi un commento

Clicca qui per lasciare un commento