Home » La Juve va all-in per la Champions… femminile
News

La Juve va all-in per la Champions… femminile

La Juventus non bada a spese e punta a essere incoronata regina del mercato internazionale. Ah, e questa volta Ronaldo non c'entra...

Di fronte a un’ossessione non si possono che adottare metodi “drastici”. Così si può inquadrare l’acquisto faraonico di Cristiano Ronaldo da parte della Juventus. Un attacco diretto al cuore dei pluri-campioni d’Europa in carica nel tentativo estremo di provare a sostituirsi a loro.

A quanto pare però il sogno europeo a Torino ha contagiato davvero tutti. E così a sbaragliare il mercato sono anche… le bianconere. Proprio la formazione femminile della Juventus, che si è aggiudicata l’ultimo campionato di Serie A, sta monopolizzando anche il mercato del pallone in rosa. Acquisti internazionali come quelli di Sanderson, Sikora, Ekroth e Aluko ad aggiungersi ad una rosa di talenti come il capitano Sara Gama e la azzurra Cecilia Salvai e ottimi prospetti come le giovani Sofia Cantore e Benedetta Glionna.

Dal Brescia poi, da poco divenuto la sezione femminile del Milan, è arrivata Cristiana Ron… no, Girelli.  A riformare insieme a Martina Rosucci, arrivata alla Juve nella stagione precedente, il centrocampo della Nazionale qualificatasi dopo 20 anni alla fase finale del Mondiale.

Rosucci che poi è la stella di questa squadra, la Ronaldo del pallone versione femminile. Nonostante le tante offerte arrivatele anche dall’estero, la centrocampista azzurra ha firmato un ricco rinnovo del contratto che la lega ai bianconeri fino alla stagione 2020. Obiettivo: continuare a vincere in Italia e dare l’assalto decisivo anche alla Champions. E dall’assalto alla Coppa dalle grandi Orecchie, passa anche la conferma della fuoriclasse italiana.

Una risposta diretta anche al nuovo Milan femminile, piombato sul campionato ufficializzando il pesante approdo in panchina di Carolina Morace, vera e propria leggenda vivente del calcio femminile italiano. Se per gli uomini la grande sfida sarà detronizzare il Real Madrid, per le donne l’ostacolo quasi insormontabile è rappresentato dal Lione pigliatutto.

La sfida è comunque aperta, e il calcio femminile italiano vuole finalmente mettersi al centro del villaggio.

Scrivi un commento

Clicca qui per lasciare un commento