Dopo “l’allenamento” dei 20mila la prima tripletta. Ibra è sempre Ibra (VIDEO)

Appena un paio di giorni fa aveva regalato l’ennesima citazione da incidere sulla pietra della sua carriera:

“Se devo essere onesto questo stadio è un po’ troppo piccolo per me. Sono abituato a giocare davanti a ottantamila persone e quando ti fischia così tanta gente, allora sì che devi alzarti e cominciare a fare le cose come si deve. Se sono appena ventimila a metterti pressione, con tutto il rispetto, per me è come un allenamento” 

Zlatan si riferiva al Banc of California Stadium, casa del Los Angeles FC, e alla sua ridotta capienza, parlando al termine del derby finito 2-2 durante il quale i tifosi avversari lo avevano subissato di fischi per metterlo, appunto, un po’ sotto pressione.

Ancora una volta la stessa domanda: Solo spacconeria? Beh, fino a un certo punto. Quando il mondo punta gli occhi su di lui, Zlatan tende a rispondere. Aveva capito che il suo esordio in MLS sarebbe stato particolarmente osservato, così in quell’occasione ci regalò un gol straordinario da oltre 40 metri.

E anche questa volta dunque, con i detrattori a stelle e strisce pronti ad attaccarlo, non poteva che reagire alla Ibra. Così stanotte, proprio nell’impegno successivo al derby, Zlatan ha calato la sua prima tripletta in suolo americano regalando ai Galaxy una sofferta vittoria in rimonta per 4 a 3 con l’Orlando City.

Non è più l’Europa, d’accordo. Ma quell’indescrivibile forza interiore che lo porta a reagire con ardore e ferocia a qualsivoglia stimolo pure a 37 anni suonati andrebbe clonata e distribuita all’umanità.

Anzi, no. There’s only one Zlatan.

GUARDA ANCHE:

Follie ICC. Ozil di sasso alla richiesta dell’arbitro, e il sorteggio…(VIDEO)
savanna samson
Savanna Samson, la nuova lady Ferrari con un passato nel porno (FOTO E VIDEO)
Pepe-Milan dura una “vacanza”? Incredibile ma possibile…

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I più letti