La Chapecoense torna a sorridere: Follman protagonista della Bin Challenge (VIDEO)

Il nuovo video della Chapecoense è diventato subito virale. Si vede la squadra brasiliana intenta nella Bin Challenge negli spogliatoi del Grande Torino.

Leggi anche: Lo spray arbitro rischia già di sparire. Tutta colpa della Fifa!

DUE ANNI FA LA TRAGEDIA AEREA

Era il 28 Novembre 2016 quando l’aereo che portava squadra e staff della Chapecoense precipitava a 50 km da Medellìn. Una tragedia che vide morire 71 persone. La squadra era in volo per disputare la finale della Copa Sudamericana contro l’Atletico Nacional. Alla fine la Conmebol assegnò il trofeo alla Chapecoense per commemorare le vittime di quella tragedia. Causa dell’incidente fu la carenza di carburante. Sopravvissero soltanto 6 persone tra cui l’ex portiere Jakson Follmann. L’episodio sconvolse tutto il mondo, soprattutto i tifosi del Torino che rivissero la tragedia di Superga. Per questo motivo il 2 Dicembre 2017 il Torino scese in campo contro l’Atalanta con la maglia verde, proprio per onorare il club brasiliano. Un gesto molto apprezzato dalla Chapecoense. Dopo quell’episodio i due club strinsero un gemellaggio.

Leggi anche: Video messaggio di Cassano: “Voglio tornare a giocare ma solo se…”

TORINO CHAPECOENSE

Ieri le due squadre si sono affrontate in un’amichevole per beneficenza. Tutti i soldi dell’incasso andranno alle famiglie delle vittime del disastro di Medellìn. Una partita che ha visto trionfare i granata per 2 a 0, ma in realtà ha trionfato lo sport. Di tutta risposta la squadra brasiliana stamattina ha commemorato gli Invincibili nella Basilica di Superga.

FOLLMAN PROTAGONISTA

È stato splendido vedere la squadra tornare a sorridere nel video che è diventato subito virale. Il filmato riprende i giocatori brasiliani nello spogliatoio del Grande Torino intenti a passarsi il pallone con la testa nella più classica delle Bin Challenge. Ultimo a ricevere il passaggio è Follman che palleggia la palla e poi la mette nel cesto, facendo esplodere di gioia i compagni che lo abbracciano. L’ex portiere, dopo aver smesso col calcio, è diventato ambasciatore del club. Oltretutto non si è lasciato abbattere da quanto gli è accaduto (il ragazzo ha una protesi alla gamba destra) e si è dato al nuoto. Probabile la sua partecipazione alle prossime Paraolimpiadi. Insomma, non ci resta che applaudire Follman e gridare ancora più forte Força chapecoense.

Leggi anche: I 10 motivi per i quali la Serie A 2018/2019 sarà più bella dell’anno scorso


 

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I più letti