Home » Classe 1999, la Next Gen si prende la Nations League
News

Classe 1999, la Next Gen si prende la Nations League

Da Donnarumma a De Ligt, da Havertz a Kluivert, passando per i talenti del Galles e del Portogallo: tutti i ragazzi della NextGen protagonisti in Nations League

Nel 1999 nasce ufficialmente l’Euro, Michael Jordan si ritira per la seconda volta dal basket giocato a 36 anni, a Los Angeles “La Vita è bella” di Roberto Benigni fa il pieno di Oscar alla 71esima edizione degli Academy Awards, la Lazio con gol di Vieri e Nedved vince l’ultima edizione della Coppa delle Coppe, nella finale di Champions League più incredibile della storia il Manchester United con Sheringham e Solskjaer ribalta nel recupero il vantaggio del Bayern Monaco, da una parte del mondo nasce il movimento no-global chiamato anche popolo di Seattle e dall’altra parte del mondo si inaugura l’albergo a 7 stelle Burj Al-Arab, la famosa Vela di Dubai.

Nel 1999 Michel Platini è consulente Fifa, percependo (postumi, nel 2011) 2 milioni di euro (compensi che gli varranno la squalifica di 8 anni assieme a Blatter). Chissà se l’idea della Nations League gli sarà venuta allora o solo in seguito da presidente della Uefa.

Nel 1999 nascono Gianluigi Donnarumma, Matthijs de Ligt, Kai Havertz e Justin Kluivert. Talenti che, proprio durante le prime partite di Nations League, hanno visto nascere un nuovo percorso con le rispettive nazionali. Percorso che punta ad un futuro luminoso. Forse ancora di più della stessa Nations League. Forse ancor di più dell’idea di Platini. (CLICCA SULL’ELENCO SOPRA PER SCOPRIRLI TUTTI)

Scrivi un commento

Clicca qui per lasciare un commento