Quarti di nobiltà in quarta serie

Il tempo sarà lungo
E la tua strada incerta
Il calore del mio amore
Sarà la tua coperta

Che c’entrano Fiorella Mannoia e la sua canzone “In viaggio” con il calcio? In apparenza, nulla. Se però pensate alla prima domenica sui campi di serie D di un pokerissimo di nobili decadute, potreste affondare nei pensieri dei calciatori e dei loro tifosi che li accompagnavano all’esordio sulla strada sterrata dell'”inferno” calcistico incrociato per ragioni che poco hanno a che fare con il calcio giocato: dai quarti di nobiltà alla quarta serie. Una nuova vita, quella di Avellino, Bari, Cesena, Modena e Reggiana (oggi Audace Reggio), affrontata con un orecchio alla radiolina, lontani da dirette televisive e pay tv. Un ritorno al passato obbligato.

Tifosi Avellino a Ladispoli (Anteprima24.it)

TU C’ERI A LADISPOLI?

Se lo chiederanno tra diversi anni i tifosi dell’Avellino, che nella domenica dell'”Angelo Sale” di Ladispoli hanno confermato il proprio soprannome: Lupi. Vittoria per 4-1 nella città tanto cara a Enrico Brignano, che ne ha fatto un richiamo costante nelle sue gag, e panni di bomber già consegnati ad Alessandro De Vena, ex Casertana (11 presenze, 3 gol con i falchetti nella seconda parte della scorsa stagione), a segno con Gerbaudo, Buono e Tompte.

PASSA AL CESENA

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I più letti