Home » (Mezzo) Giro del Mondo in 30 ore e trionfo. L’impresa di De Arrascaeta
News

(Mezzo) Giro del Mondo in 30 ore e trionfo. L’impresa di De Arrascaeta

Dedicato a chi si sente distrutto dopo due fermate in piedi in metro. De Arrascaeta si è smazzato metà pianeta in aereo, e appena sceso ha pure deciso una finale.

Alla faccia del jet lag, si potrebbe ben dire. Giorgian De Arrascaeta, talentuoso e atipico numero 10 dell’Uruguay, si è misurato con un’impresa degna del miglior navigatore nell’epoca delle grandi esplorazioni.

Impegnato martedì con la Nazionale per l’amichevole giocata a Saitama contro il Giappone, il trequartista non ha voluto per nessuna ragione perdere la possibilità di giocarsi la finale di ritorno della Coppa del Brasile con il suo Cruzeiro, in programma poche ore dopo a San Paolo.

Un viaggio tremendo ai limiti delle possibilità umane, incastrando scali per qualcosa come oltre 20mila chilometri percorsi in aereo in circa 30 ore.

In campo per un tempo a Saitama, Giorgian è giunto in Brasile ad appena quattro ore dall’inizio della partita con il Corinthians. Come facilmente comprensibile, il tecnico del Cruzeiro ha preferito non schierarlo dall’inizio, inserendolo comunque nella distinta e portandolo accanto a sé in panchina.

Quando però nel cuore del secondo tempo la sfida è entrata nel vivo, con il punteggio in parità, l’uruguaiano è entrato in campo e, udite udite, ha pure messo a segno un pregevolissimo gol (eccolo qui sotto) che di fatto, in virtù della vittoria di misura dei suoi all’andata, ha chiuso i giochi.

https://www.youtube.com/watch?v=LTlA4zlUzok

Una fuga di oltre 60 metri chiusa con tocco delicato a superare il portiere, e titolo assicurato in bacheca. Il tutto a pochissimo da una traversata che gli ha di fatto visto coprire una distanza pari alla metà della lunghezza dell’Equatore terrestre.

E io che perdo i sensi quando devo aspettare venti minuti la coincidenza del regionale veloce…

 

Scrivi un commento

Clicca qui per lasciare un commento