Il ritorno di Baldini. “Alleno gratis in Serie C. Nel calcio troppi incompetenti

Se sentivate il bisogno di una voce fuori dal coro nel calcio di oggi, il ritorno sulla panchina di Silvio Baldini vi farà certamente piacere. A 6 anni dall’ultima esperienza da allenatore, il tecnico toscano si è rimesso in gioco accettando di allenare la Carrarese, a due passi da casa, senza compenso.

In un’intervista alla Gazzetta dello Sport ha spiegato le ragioni della sua scelta, e parlato, toccandola pianissimo, del calcio di oggi.

“Alleno gratis perché voglio essere libero, non sopporto di avere la spada di Damocle sulla testa. Faccio il mio lavoro con passione, ma non voglio rendere conto di nulla a nessuno. 

Il 90% dei dirigenti, soprattutto nel calcio di alto livello, sono persone che stanno lì per rubare i soldi. E oltre a fare i propri interessi, spesso sono pure incompetenti. E visto che non sopporto di dovermi confrontare con un ladro, sono arrivato a declinare diverse offerte: sapevo che non mi sarei trovato bene.

Io faccio tutto con passione e amore, non posso avere rimpianti. E poi ho il privilegio di lavorare a due passi da casa. Che emozione vedere sugli spalti dello stadio le persone che incontri per strada, al bar o al ristorante.”

Non è mai stato un tipo che va troppo per il sottile Baldini. Il celeberrimo calcio nelle terga a Di Carlo del 2007 in Catania-Parma rende l’idea…

Ma a Carrara l’allenatore non ha trovato solamente un ambiente perfetto per lui. Ad aspettarlo c’era il suo Bomber del cuore. Quel Ciccio Tavano che Baldini aveva lanciato 22enne a Empoli e che ora, a 39 anni suonati e dopo aver meditato il ritiro, sta vivendo una seconda giovinezza a suon di gol in gialloblu.

Per vedere da vicino le magie di Bomber Tavano, in effetti, si può anche allenare gratis.

 

 

 

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I più letti