Home » Migliori calciatori di punizione: tanta serie A ma manca Messi
News

Migliori calciatori di punizione: tanta serie A ma manca Messi

Chi sono i migliori calciatori di punizione dei maggiori campionati europei? A questo quesito ha risposto il sito squawka.com considerando i migliori dieci specialisti negli ultimi 3 anni. Preparatevi alle sorprese.

Sky omaggia Morricone. Lo spot di Milan Juve con Costacurta e Del Piero è da brividi (VIDEO)

MIGLIORI CALCIATORI DI PUNIZIONE

Per tirare una buona punizione non basta avere un bel piede, ma bisogna saper calciare la palla con la giusta potenza e nel giusto modo. È necessario calcolare vento, posizione del corpo e tanti altri fattori che solo pochi eletti riescono a fare. C’è chi ci ha costruito una carriera sul modo di calciare una punizione come Sinisa Mihajlovic e Juninho Pernambucano. Altresì come dimenticare la Maledetta di Andrea Pirlo o la trivela di Ricardo Quaresma? Insomma, il calcio di punizione è una vera e propria arte. Giusto quindi celebrare gli specialisti del settore. Piccolo spoiler: nella top 10 manca Messi perché pur avendo segnato su calcio piazzato ben 13 volte dal 2015, ci ha provato 134 volte, quindi il tasso di conversione è piuttosto basso.

Figo in tackle su Mancini: “Mi ha umiliato!”. Poi su Ibra: “Ha un ego enorme”

Al decimo posto troviamo Simone Verdi che nella sua esperienza bolognese ha realizzato 5 reti su 44 tentativi (11%). Come dimenticare la doppietta col Crotone? Carlo Ancelotti spera che possa ripetere queste prodezze anche col Napoli. L’italiano si divide la piazza con Neymar Jr, anche lui a segno 5 volte su 44 tentativi. Davanti O’Ney troviamo il nostro Federico Viviani, centrocampista della Spal, cresciuto all’ombra del Cupolone imparando da Francesco Totti. 38 punizione tirate e 5 reti con una percentuale del 14%. Ben 8 reti su 59 tentativi per Miralem Pjanic che a Lione studiava da Juninho. A proposito di Lione, al sesto posto c’è Nabil Fekir con 5 realizzazioni su 36 punizioni.

Al quinto posto un nome che solo i più esperti conoscono: Marvin Plattenhardt, terzino sinistro dell’Hertha Berlino che ha segnato 5 gol su 36 punizioni. Quarto posto per l’attaccante del Barcellona Philippe Coutinho, che ha segnato 5 volte su 26 punizioni precedendo il collega argentino. Sul gradino più basso del podio c’è lo juventino Paulo Dybala che ha realizzato 8 reti su 40 punizioni con una percentuale del 20%. Candidato alla vittoria del pallone d’oro, anche per merito dei suoi calci piazzati, l’attaccante dell’Atletico Madrid Antoine Griezmann ottiene la medaglia d’argento di questa speciale classifica grazie ai 5 gol su 23 punizioni (22%). And the winner is… Enis Bardhi, 23enne macedone del Levante che in Spagna ha segnato 6 volte su 25 punizioni calciate. Insomma, un cecchino nato che già si contendono i migliori club d’Europa.

Halloween da incubo per Rafinha Verratti e Ronaldinho