Home » Zaniolo come Pato e Balotelli: ecco tutti gli under 20 in gol negli ultimi 10 anni
News

Zaniolo come Pato e Balotelli: ecco tutti gli under 20 in gol negli ultimi 10 anni

zaniolo come pato e balotelli

Zaniolo come Pato e Balotelli, il paragone ci sta tutto dato che questi tre hanno in comune il fatto di aver realizzato il primo gol in serie A a meno di 20 anni. Ma non ci sono soltanto loro, in tanti hanno trovato l’emozione della prima rete da giovanissimi. Ripercorriamo tutti gli ex baby talenti che nell’ultimo decennio sono riusciti a segnare il loro primo gol in serie A quando erano dei ragazzetti.

Messi risponde a Cristiano Ronaldo e parla della Juventus

ZANIOLO COME PATO E BALOTELLI

Mario Balotelli, dopo aver segnato valanghe di gol nella Primavera, a soli 17 anni realizzò il suo primo gol in un Atalanta Inter con tanto di dribbling al portiere. Da lui ci si aspettavano grandi cose ma i suoi limiti caratteriali ne hanno impedito l’esplosione. Nizza sembra la sua dimensione più appropriata dopo aver floppato con le maglie di Manchester City e Liverpool. Stessa sorte per Alexandre Pato che segnò la sua prima rete a 18 anni: era il 13 gennaio del 2008 quando il papero realizzava il 5 a 2 per i rossoneri. Sembrava predestinato al pallone d’oro ma col passare degli anni si è perso. A gennaio potrebbe esserci un clamoroso ritorno in rossonero.

Francesco Grandolfo fece le cose in grande quando a 18 anni mise a segno addirittura una tripletta a Bologna quando vestiva la casacca del Bari. Nel capoluogo pugliese tutti speravano in un Cassano bis, invece il giocatore non è mai riuscito a segnare con continuità. Adesso milita in serie C nella Virtus Verona. Michele Camporese a Firenze era definito il nuovo Nesta e quando a 18 anni segnò la sua prima rete col Palermo, in molti si convinsero che quel paragone non era poi così azzardato. Peccato che poi, anche a causa di molti problemi fisici, il giocatore non si sia mai consacrato finendo per giocare in serie B.

Emery calcia una bottiglia in faccia a un tifoso. Poi le scuse

SCUOLE ROMANE E MILANESI

Anche Manuel Locatelli era stato accostato a un grande del nostro calcio: sua maestà Andrea Pirlo. La sua prima rete a 18 anni contro il Sassuolo, poi la rete con la Juventus che aveva fatto sognare i tifosi milanisti. Difatti il centrocampista ha piedi buoni ma è la continuità che gli manca. Keita Baldé Diao ha trovato il suo primo gol a 18 anni in un Parma Lazio. Dopo la stagione fallimentare a Monaco, il giocatore ha fatto vedere qualcosa di buono con la maglia dell’Inter. Difensore dai piedi buoni, Claud Adjapong ha segnato la sua prima marcatura in A contro il Cagliari nel 2016. Quest’anno il brutto infortunio al perone l’ha costretto a un lungo stop, ma in molti sono pronti a scommettere che sarà il difensore della Nazionale nel prossimo futuro.

Alessio Romagnoli è considerato uno dei più promettenti difensori del nostro campionato, i primi segnali già nel suo primo anno alla Roma quando segnò il suo primo gol a 18 anni contro il Genoa. Ben altra carriera ci si aspettava da Alberto Paloschi che riuscì a segnare la sua prima rete 20 secondi dopo il suo esordio nella massima serie A. Aveva 18 anni ed era paragonato a Pippo Inzaghi. Stesso percorso professionale di Babacar, che avrebbe dovuto fare grandi cose, specie dopo quel Fiorentina Genoa del 2010 in cui realizzò la sua prima marcatura a 17 anni. Poi il nulla cosmico.

Da segnalare infine Donsah (18 anni, 7 mesi e 4 giorni), Kwang Song-Han (18 anni, 6 mesi e 29 giorni), Michelidze (18 anni, 6 mesi e 11 giorni), Obinna (18 anni e 6 mesi), Brignola (18 anni, 6 mesi e 29 giorni), Josè Mauri (18 anni, 4 mesi e 13 giorni), Ragatzu (17 anni, 6 mesi e 21 giorni), Kean (17 anni, 2 mesi e 29 giorni), Boakye (17 anni, 2 mesi e 6 giorni), Pellegri (16 anni, 2 mesi e 11 giorni).

Il sindaco di Milano, Sala: “Chiedo scusa a Koulibaly”