Espulso per una testata, scrive all’arbitro su Facebook. Squalifica raddoppiata

Non sono giorni facili per gli arbitri italiani, anche nelle categorie inferiori. Nella sfida di prima categoria umbra tra Vis Foligno e San Luca, uno dei calciatori ospiti è stato espulso.

Fin qui niente di speciale. Il contenuto referto arbitrale gli vale due giornate di squalifica per “aver colpito con una violenta testata un avversario”. Ma la storia non finisce qui. Il giudice sportivo ha dovuto comminare anche una multa di 120 euro agli ospiti perché “Al 37° del secondo tempo un proprio sostenitore, verosimilmente la madre di un calciatore del San Luca espulso poco prima, scavalcava la recinzione ed entrava in campo”.

Spalletti lite tv con Caressa: “Smettila di fare il tifoso” (VIDEO)

Ah, la poesia dei campi di prima categoria… E nell’epoca della comunicazione digitale, la magia si protrae ben oltre il novantesimo. La squalifica del calciatore del San Luca espulso è infatti stata raddoppiata perché questi, nel disperato tentativo di cavarsela, “contattava via Facebook il direttore di gara tentando di spiegare i motivi del suo gesto al fine di ottenere un alleggerimento della sua posizione”.

Non riesce a portarlo al Barcellona. Rabiot licenzia la madre agente

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I più letti