Bomber Story: Gli anni d'oro di Reggina-Real Madrid
Home » Bomber Story: Gli anni d’oro di Reggina-Real Madrid
Bomber Story

Bomber Story: Gli anni d’oro di Reggina-Real Madrid

In un mondo lontano, fantastico e incantato, si giocò un tiratissimo e meraviglioso Reggina-Real Madrid, con Totò Aronica incollato in marcatura a Raul Gonzalez Blanco, Nick Amoruso a far impazzire un giovane Sergio Ramos, e Leon a inventare alla Ronaldinho.

Questo potrà anche sembrare il delirio di un trentunenne (siamo i “nuovi vecchi” si sa), ma corrisponde a pura realtà. Una realtà lontana, visto che oggi la Reggina milita in Lega Pro, ma indelebile.

Walterone Mazzarri contro Fabio Capello. Biondini, Carobbi, Mesto e Modesto contro Beckham, Roberto Carlos, Guti e Van Nistelrooy.

Il 3 agosto 2006 si gioca in Austria, a Gratz, dove nel primo tempo scende un titanico acquazzone. Gli amaranto sfiorano il gol con Modesto, ma subito dopo Raul trova il gol dell’uno a zero superando Pelizzoli. Nel primo tempo gli spagnoli sembrano poter liquidare senza troppi affanni i calabresi, ma nel corso della ripresa cambia tutto.

La Reggina vuole onorare al massimo il prestigioso impegno. Probabilmente sarà il primo e ultimo incontro con il Club più prestigioso d’Europa, e nella ripresa la formazione calabrese riesce persino a mettere alle corde i blancos.

Nel finale di partita Leon ha l’occasione giusta per firmare uno storico pareggio. Parte sul limite del fuorigioco, scarta niente popò di meno che Roberto Carlos, e scaglia un tiro che termina la propria corsa sul palo.

La gara, organizzata per il ventennale alla presidenza di Lillo Foti, finisce 0 a 1 per il Real.

Adrien sempre più Bomber. Il PSG perde, ma Rabiot va al night club…

E DOPO QUEL REGGINA-REAL MADRID…

A pochi giorni dal prestigioso appuntamento, nell’ambito dell’inchiesta Calcipoli, saranno inflitti alla Reggina 15 punti di penalizzazione da scontare nel successivo torneo di Serie A. E come vi abbiamo già raccontato (LEGGI QUI L’ARTICOLO) la squadra di Mazzarri realizzerà una vera e propria impresa, ottenendo una salvezza quasi impossibile.

Senza la penalizzazione gli amaranto avrebbero in quel campionato raggiunto la qualificazione all’Europa. I miracoli di Walterone…