I 26 anni di Paul. Pogba festeggia raccogliendo fondi per l’acqua pulita

Paul Pogba è diventato una stella del calcio a 19 anni. Ha vinto un Mondiale da trascinatore a 25, e ora è il volto della rinascita del Club con più tifosi al mondo. Ma nel giorno del suo 26esimo compleanno il centrocampista ( o “tuttocampista”) francese ha voluto togliere l’attenzione dall’amato pallone, lo strumento che gli ha permesso di vivere come vuole, disponendo di ciò che preferisce. Lusso nemmeno immaginato da chi, e sono tantissimi, non può disporre nemmeno della risorsa fondamentale alla vita. L’acqua pulita.

Il compleanno di Pogba non è dedicato alla celebrazione dei successi, o all’esaltazione della personalità sopra le righe di un ragazzo dal carattere certamente esuberante. L’attenzione che una tale ricorrenza genera (Pogba ha oltre 33 milioni di followers su Instagram) è destinata alla raccolta di fondi per far fronte a questo profondissimo e durissimo problema.

Salah promette ai tifosi del Liverpool: “Rinuncio al mio sogno per voi”

LA RACCOLTA PER L’ACQUA PULITA

Non solo un pensiero appunto, ma un’iniziativa concreta. Paul Pogba sta promuovendo la raccolta di denaro in favore di Charity Water, organizzazione che s’impegna a portare acqua pulita in giro per il mondo, laddove questa carenza significa morte certa.

Ecco il video e il link per partecipare alla raccolta.

L’obiettivo di Paul è raggiungere almeno 26mila sterline, ma la speranza è che la globale notorietà del calciatore del Manchester United possa portare a un risultato decisamente superiore.

L’impegno di Pogba non si limita alla promozione. Il francese raddoppierà infatti la cifra raccolta. L’Africa è il continente più colpito da questa piaga, e le origini guineane di Paul lo rendono certamente ancor più sensibile al tema. Anche se, a dire il vero, è difficile per tutti rimanere insensibili.

Ah, e tanti auguri Paul!

Foden segna in Champions e twitta alla scuola: “Non ho fatto i compiti”

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I PIù LETTI DELLA SETTIMANA