Il 2019 può essere (finalmente) l’anno di Sterling

Dopo la tripletta messa a segno ieri nella gara d’esordio dell’Inghilterra nelle qualificazioni a Euro 2020, appare ancora una volta chiarissimo come il 2019 possa finalmente essere l’anno di Raheem Sterling. Talento apprezzatissimo a inizio carriera, forse anche troppo pompato quando non ce n’era bisogno, dopo la burrascosa fine del rapporto con il Liverpool e alcune stagioni – in verità un po’ anonime – al Manchester City, l’esterno inglese dalla turbo velocità e dal talento grezzo sembra aver finalmente raggiunto una certa maturità. Che potrebbe persino bastare per farlo entrare (se confermata) nel ristretto covo dei top mondiali.

La scintillante stagione di Raheem Sterling

Finora, sono oltre 20 le reti siglate dall’ex giocatore Reds. Quella di ieri, peraltro, non è stata nemmeno la sua prima tripletta della stagione. Già con il Manchester City, infatti, in Premier League il ragazzo aveva raggiunto un record: Sterling è diventato, dopo l’hattrick siglato al Watford, il terzo giocatore nella storia dei Citizens a portare il pallone a casa in campionato. Prima di lui, solo due leggende argentine come Carlos Tevez e Sergio Aguero.

Se negli scorsi anni Sterling si era fatto notare soprattutto per due difetti principali – sbagliava troppi gol ed era troppo discontinuo nelle prestazioni – quest’anno l’inglese è riuscito non solo a lavorare su questi aspetti ma sembra essersi anche inserito molto bene nei dettami tattici di Guardiola, sia come esterno che come potenziale falso nueve. Il mese di marzo basta e avanza per aiutare a comprendere la stagione del ragazzo: 7 gol e 2 assist in 5 presenze complessive. Da non stupirsi, dunque, se il valore di calciomercato indicato dal noto sito Transfermarkt è di 120 milioni di euro.

Non sembra utopico, a questo punto, anche poter vedere Sterling nella lista complessiva dei nominati al prossimo Pallone d’Oro. Una cosa è certa: se il 2019 può essere l’anno della definitiva esplosione, per non rovinare quanto fatto il 2020 dovrà essere quello della conferma. Anche soltanto per scoprire se Raheem Sterling è soltanto una promessa mantenuta a metà o può diventare realmente il giocatore che tutti attendevano.

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I più letti