Sì, Fabian Ruiz è costato quanto Nzonzi (e ora è difficile crederci)

Roma-Napoli è stata forse la rappresentazione in campo di tutti gli errori del club giallorosso nel corso di questa stagione. Risultato pesante come mancava da molti anni, prestazione ampiamente insufficiente, duelli continuamente persi sul terreno di gioco. In particolare, la differenza tra due uomini mercato delle due squadre ha proiettato molti analisti e colleghi in alcune riflessioni. Perché, a vederli in campo, non avremmo mai potuto dire che Fabian Ruiz e Steven Nzonzi siano costati ai rispettivi club lo stesso prezzo, 30 milioni. Così come, a inizio stagione, nessuno avrebbe immaginato di poter dire che l’esagerazione monetaria è quella che riguarda il Campione del Mondo francese, non il giovane talento spagnolo. Uno scherzetto del destino che conferma la caducità del calciomercato e sottolinea, nel caso della Roma, ancora una volta una regola d’oro: mai comprare un calciatore dopo un (buon) Mondiale.

Le operazioni Fabian Ruiz e Nzonzi testimoniano la stranezza (e l’imprevedibilità) del calciomercato

Arrivato dopo il pagamento della clausola rescissioria, Fabian Ruiz per molti rappresentava un vero e proprio oggetto misterioso. Intuizione del DS partenopeo Giuntoli, uomo ombra di De Laurentiis, il ragazzo – dopo un inizio faticoso, anche a causa di qualche problema fisico – si è imposto all’attenzione grazie a qualità fuori dal comune, tra cui una balistica notevole e una grande intelligenza, quasi da trequartista vecchio stampo. Approdato a Napoli come signor nessuno, Fabian Ruiz potrebbe lasciare la città campana quantomeno come un signor qualcuno, dato che il suo valore di mercato potenzialmente si è già raddoppiato. Ancelotti si è così ritrovato in casa un calciatore bravo tecnicamente e tatticamente, jolly nato e talento grezzo da smussare.

Dall’altra parte, la Roma ha preso un altro tuttocampista come Steven Nzonzi quasi a fine mercato, il 14 agosto. Il prezzo, per un 30enne, poteva sembrare esagerato (26 milioni + 4 di bonus) ma il club giallorosso, sulla carta, aveva costruito un ottimo mercato e la cosa – anche a causa dell’aura un po’ filosofica dello spagnolo Monchi – non è mai stata approfondita più di tanto. I numeri, però, parlano di una stagione non certo esaltante per il francese, che in passato era stato sedotto e abbandonato dalla Juventus: in totale, finora, 29 presenze e una sola rete, contro l’Empoli. Nonostante qualche buona partita (tra cui, perché no, proprio quella contro il Napoli) Nzonzi può quindi essere considerato un acquisto di certo non così efficace, uno dei tanti dell’era Monchi.

La situazione che riguarda Fabian Ruiz e Steven Nzonzi sembra, a tratti, fare di tutto per incarnare l’emblema delle stranezze di calciomercato. Un mondo in cui serve tanta fortuna, inevitabilmente, ma anche un po’ di intelligenza e di capacità di saper rischiare senza però mandare tutto all’aria. In un contesto già collaudato come quello napoletano (nonostante il cambio di allenatore) Fabian Ruiz ha saputo integrarsi perfettamente, esplodendo in tutta la sua bellezza calcistica. Il francese, che avrebbe dovuto essere un’alternativa (o comunque uno dei centrocampisti pronti a ruotare nell’arco delle tre competizioni) si è ritrovato invece a dover raccogliere l’eredità pesantissima – in campo come nello spogliatoio – non solo di Nainggolan ma anche di Strootman, ceduto incautamente da Monchi all’estero a mercato italiano chiuso, peraltro in un campionato sconosciuto e in una squadra che, col senno di poi, si è rivelata poi essere stata costruita più con le figurine che con calciatori funzionali. E così, il mondo si capovolge: il francese diventa l’acquisto sbagliato (niente gli vieta, ovviamente, di riprendersi l’anno prossimo, sempre che resti a Roma), mentre lo spagnolo quello azzeccato. Le vie del calciomercato sono infinite e, sempre più spesso, riservano sorprese, positive o negative. E magari, la prossima volta, a Roma ci penseranno fino a 100 prima di sborsare davvero 30 milioni.

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I più letti