News

Offerta record della Nike al Liverpool. Si parla di cifre astronomiche

nike al liverpool

Il Liverpool negli ultimi anni si è attestata come una delle big del calcio europeo. Grazie anche a Jurgen Klopp, i Reds hanno trovato la loro dimensione a livello tattico, mentre la società sta facendo ingenti investimenti per accrescere anche il valore tecnico. Valore che potrebbe aumentare notevolmente se dovesse andare in porto l’affare con la Nike. La popolare azienda statunitense mira a scalzare la New Balance come sponsor tecnico del Liverpool e per farlo sarebbe disposta a spendere una cifra monstre.

Fight Club nel calcio: Coman vs Lewandowski e Gabigol vs Neymar sr

OFFERTA DA QUASI UN MILIARDO DELLA NIKE AL LIVERPOOL

754 mln di sterline spalmati in dieci anni per convincere il Liverpool ad accettare la proposta. Sarebbero in totale 873 mln di euro, cioè poco meno di 90 mln di euro a stagione. Praticamente l’acquisto di un top player di primissima fascia. La Nike starebbe velocizzando l’affare per evitare che subentri una clausola dell’attuale contratto che darebbe alla New Balance una sorta di prelazione. Alla finestra c’è anche l’Adidas, disposta a pareggiare l’offerta pur di diventare lo sponsor tecnico della squadra inglese. Se l’affare con la Nike andasse in porto, sarebbe un record per la Premier League che supererebbe la cifra spesa dall’Adidas 5 anni fa per vestire il Manchester United.

In Argentina le api interrompono la partita. Situazione tragicomica (VIDEO)

In Europa, i grandi brand di abbigliamento sportivo investono milioni e milioni di euro. Cifre ancor più alte in Spagna dove il Barcellona viene pagato 105 mln di euro a stagione sempre per indossare lo swoosh, mentre l’Adidas versa 111 mln a stagione nelle casse del Real Madrid. Numeri ben diversi in serie A: è la Juve la regina dello sponsor tecnico, guadagnando 23,5 mln a stagione dall’Adidas. Al secondo posto c’è il Milan cui Puma versa 15 mln di euro annui. Briciole se confrontate alle big d’Europa.

Pioli Fiorentina è guerra. Il tecnico: “Costretto a dimettermi”, ma la viola attacca