Gonzalo Higuain che stoccata al Napoli e ai suoi detrattori!

Higuain che stoccata al Napoli! L’attaccante del Chelsea in un’intervista a ESPN è tornato a parlare della sua ex squadra facendo decadere la convinzione di molti che avesse lasciato gli Azzurri solo per De Laurentiis. Inoltre, il Pipita ha preso di mira i suoi haters.

LEGGI ANCHE: Né CR7 né Messi: i fan hanno scelto il volto copertina di Fifa 2020

HIGUAIN CHE STOCCATA AL NAPOLI

Amato (da pochi) e odiato (da molti), Napoli da anni è divisa sull’addio di Higuain. Chi l’ha etichettato come un traditore che ha scelto i soldi all’amore di un popolo intero. Chi invece l’ha sempre difeso sostenendo la tesi che fosse stato ADL a “costringerlo” ad andare via per incassare i famosi 90 mln della clausola. La verità, probabilmente, sta nel mezzo. Ma di sicuro il Pipita ha voluto fortemente la Juventus a suo tempo: “Non sono pentito, né mai lo sono stato, di avere lasciato il Napoli. Sono passati diversi anni, ognuno pensi ciò che vuole, io sono convinto di avere scelto correttamente. In questo momento della mia vita non mi tocca nulla e non sono interessato a quello che dice la gente”.

LEGGI ANCHE: L’ex Lazio Poborsky shock: “Sono stato in coma”. Il motivo è incredibile

Poi, Higuain si toglie dei sassolini dalla scarpa: “La gente vede solo se segni un gol, del resto siamo pagati per questo anche se mi sembra esagerato. Mi sono sempre pentito di essermi rifugiato in casa e di non essere uscito per strada solo per paura di quello che avrebbero potuto dirmi. Ci sono persone che senza vergogna fanno e dicono cose cattive. Ci sono persone che fanno cose brutte e che girano tranquillamente senza vergognarsi di nulla. Perciò mi chiedo perché noi calciatori che non abbiamo fatto nulla di male, che fondamentalmente facciamo solo sport, non possiamo uscire in strada senza timori?”.

LEGGI ANCHE: L’Arsenal sfotte il Napoli in stile Gomorra, ma risponde Donna Patrizia

I soldi non fanno la felicità, secondo Higuain: “La gente pensa sempre al fatto che guadagniamo tanto, ma gli affetti non si possono comprare. Negli ultimi 14 anni ho passato il Natale e il mio compleanno con persone diverse. La maggior parte delle volte per stare con mia madre le dovrei far fare 15 ore di aereo e non ho mai l’opportunità di averla a 10 minuti. Ma a questo le persone non ci pensano, si tiene soltanto ai gol che facciamo, perché è il lavoro per cui siamo pagati. Diventa l’unico fattore per giudicarci e onestamente mi sembra un po’ esagerato, anche se ormai ci ho fatto l’abitudine “. E poco importa se vivi a Londra e guadagni 6 mln di euro l’anno, la mamma è sempre la mamma.

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I più letti