Che gaffe dalla mamma di Cristiano Ronaldo! Juventini furiosi (FOTO)

Gaffe della mamma di Cristiano Ronaldo che ha del clamoroso. Dolores Aveiro ha twettato una foto del figlio con la maglia della Juventus dicendosi orgogliosa di quanto fatta da CR7. Fin qui nulla di strano, ma quando ha iniziato a sottolineare i meriti del figlio (o presunti tali) che il web si è scatenato, diviso tra ilarità e rabbia. Il tweet è diventato subito virale, tanto da essere stato retwettato quasi 5000 volte (ma il numero è in costante crescita). Un assist prezioso per tutti i detrattori dell’asso portoghese ma soprattutto per i rivali della Juventus.

LEGGI ANCHE: Casillas dimesso dall’ospedale dopo l’infarto. Queste le sue prime parole

GAFFE DELLA MAMMA DI CRISTIANO RONALDO

“Cristiano, quel giocatore che ha salvato la Juventus dalla retrocessione e li ha fatti tornare a vincere un campionato dopo quasi 20 anni di siccità. Incredibile”. Questo il tweet della signora Aveiro, che a tutti è sembrata inizialmente una bufala. In realtà il profilo è quello reale. La signora evidentemente non è molta esperta di serie A, le è sfuggito che la Juventus da 8 anni consecutivi vince il tricolore. Inutile dire che sono subito partiti gli sfottò dei tifosi avversari, mentre molti juventini hanno insultato la donna.

LEGGI ANCHE: Dalla Spagna: Juve e Inter asta milionaria per Asensio. Cifre da capogiro

La donna è un punto di riferimento per Cristiano Ronaldo e non sta passando un bel momento. Recentemente ha dichiarato: “Sono stata operata all’altro seno a Madrid, ho fatto la radioterapia e ora sto combattendo per la mia vita”. Dolores aveva già avuto un tumore al seno nel 2007 ed era riuscita a combatterlo. Cristiano aveva donato 100mila euro all’ospedale che l’aveva operata in segno di gratitudine. La gaffe è stata una svista sicuramente in un momento non facile della sua vita.

LEGGI ANCHE: Tottenham e il nuovo stadio 3.0: guadagni stratosferici e cori registrati

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I PIù LETTI DELLA SETTIMANA