Ve lo ricordate Walem? A Udine con il Belgio ci riprova per EuroU21

Tra le squadre outsider dei prossimi Europei U21 c’è anche e sicuramente il Belgio. Obiettivo puntato sul pass per le Olimpiadi di Tokio 2020. Ai Giochi è assente dal 1948 e la numero 1 del Ranking Fifa non può non esserci ai prossimi. C’è una storia da bomber che lega il Belgio ai prossimi Europei. Ed è tutta legata al suo allenatore: Johan Walem.

“Il geometra” Walem torna nel suo Friuli

LEUVEN, BELGIUM – MARCH 27 : Johan Walem head coach of Belgium pictured during a UEFA Under 21 championships Italy 2019 international qualifying group 6 match of Belgium against Malta at the Den Dreef stadium on March 27, 2017 in Leuven, Belgium, 27/03/2017 ( Photo by Nico Vereecken / Photonews

Quasi un decennio in Italia per il tecnico che guiderà il Belgio U21: Johan Walem, sei anni da centrocampista a Udine, Parma, Torino sponda granata e Catania, due da allenatore delle giovanili sempre in Friuli. “Il geometra”, così come lo definivano nelle sue esperienze italiane, è stato anche vicino alla panchina della prima squadra dei Pozzo, prima e dopo aver accettato la panchina dell’U21 belga che occupa da quasi sei anni ormai (in carica dal gennaio 2012, con una pausa di un anno per l’esperienza al Kortrijk). Da giocatore è stato una colonna dell’Anderlecht (180 presenze) e per 11 anni mediano della nazionale maggiore (36 caps).

Walem è stato anche uno dei grandi protagonisti dell’Udinese di Zaccheroni e Guidolin, quella del terzo posto in serie A e delle imprese europee al Friuli. La punizione dell’1-1 in casa con il Bayer Leverkusen farà scendere più di qualche lacrimuccia ai tifosi dell’Udinese. Walem era un centrocampista di fosforo: quando arrivò in Friuli non era una scommessa e l’Udinese non era più una squadra qualsiasi. Il belga diede ordine al talento di tanti giocatori stranieri pescati nel mondo e nel pallone di periferia. Quell’esperienza ha molte similitudini con il Belgio U21 di oggi: serve metodo per centrare risultati attorno a talenti costruiti in casa e attorno ad una squadra estremamente multietnica. Ecco perché Walem è contento di giocarsi questi Europei, con l’obiettivo di raggiungere la finale di Udine, casa sua.

Casillas dimesso dall’ospedale dopo l’infarto. Queste le sue prime parole

La grande esperienza maturata in Serie A ha convinto Johan ad intraprendere la carriera da allenatore: lo vedremo presto su una panchina del nostro campionato? Ai posteri l’ardua sentenza. Per ora i nostalgici lo potranno trovare sulla panchina del Mapei Stadium nel mese di giugno. Col suo Belgio ovviamente, De Zerbi stia tranquillo!

Les diablotins: chi sono?

Wout Faes è l’enfant prodige del calcio belga: fa il difensore centrale, assomiglia per fisico e per capigliatura a David Luiz. Lo paragonano spesso al brasiliano. Dion Cools è il terzo destro: è nato in Malesia e anche lui come Faes è cresciuto nel progetto Purple Talents, cantera dell’Anderlecht che si basa sul rendimento in campo e sul rendimento tra i banchi di scuola. Non ci sarà l’interista Zinho Vanheusden, quest’anno in prestito allo Standard Liegi: si è rotto il ginocchio, per l’ennesima volta.

A centrocampo, per due posti, Bryan Heynen (già 7 presenze in Europa League con il Genk), Samuel Bastien (già visto in Italia ad Avellino e Chievo), Orel Mangala (mediano dell’Amburgo) e Jordi Vanlerberghe: talenti “serissimi”.

Siebe Schrijvers, fantasista del Bruges, è la stellina: 35 presenze e 12 gol in tutte le competizioni, il trequartista moderno pronto anche al salto “europeo”. Innesca Isaac Mbenza (ala dell’Huddersfield in Premier), Nany Landry Dimata (attaccante dell’Anderlecht, ma di proprietà del Wolfsburg, 7 gol nelle qualificazioni), Dodi Lukebakio (ala del Dusseldorf, in prestito dal Watford) e Aaron Leya Iseka (punta del Tolosa), a turno nel pacchetto offensivo: prospetti che vantano già esperienze in giro per l’Europa.

I giovani diavoli (les diablotins) sono arrivati alla fase finale dell’Europeo U21 solo due volte: nel 2002 eliminati al primo turno, e nel 2007 eliminati in semifinale (con Vermaelen, Mirallas, Vertonghen, Fellaini e Witsel in rosa). Oggi una nuova importante generazione di talenti si affaccia ai grandi palcoscenici. Ad ottobre scorso hanno battuto l’Italia in amichevole per 0-1. Si giocava a Udine, lo stadio che è stato per tanti anni di mister Walem, lo stadio in cui si giocherà la Finale. Per arrivarci dovranno sfidare l’Italia e soprattutto la Spagna.

Le 5 promozioni in Serie A che nessuno si aspettava

Tielemans, vieni anche tu?

Detto di Schrijvers (il miglior talento dei diablotins), in quota U21 c’è uno dei centrocampisti centrali di prospetto più forti d’Europa: è Youri Tielemans. Il Monaco l’ha prestato quest’anno al Leicester dopo aver speso 26 milioni di euro per portarlo nel Principato. Non ha giocato mai gli Europei U21, ma ha già 21 presenze con la Nazionale maggiore (4 ai Mondiali 2018, 4 in Nations League) e 1 gol a marzo scorso contro la Russia. Inter, Juve (già nel 2015) e Milan (più recentemente) vorrebbero portarlo in Serie A.

Nuovi Ciriaco Sforza crescono.

Anche Walem potrebbe portarlo in Italia (è nato nel 1997) per completare un quadro che da metà campo in su è già molto forte e con lui diventerebbe anche molto interessante. Se ne discute in Belgio. Ma sia Martinez, ct della nazionale maggiore, che lo stesso Tielemans hanno glissato. Probabilmente non ci sarà, lasciando a Schrijvers le chiavi del Paese per l’Euro Espoirs.

Caso “alla Nainggolan”? Ma no, in realtà il giocatore gravita già nell’orbita dei grandi.

Le partite del Belgio

Il Belgio è inserito nel gruppo A della fase a gironi.

Polonia – Belgio, 16 giugno 2019, ore 18,30, stadio Città del Tricolore, Reggio Emilia
Spagna – Belgio, 19 giugno 2019, ore 18,30, stadio Città del Tricolore, Reggio Emilia
Belgio – Italia, 22 giugno 2019, ore 21, stadio Città del Tricolore, Reggio Emilia

I biglietti per le singole partite sono già in vendita: costo da 3 a 8 euro.
Tutte le tre partite della fase a gironi di un singolo stadio: da 8 a 20 euro.

Per acquistare i biglietti: http://bit.ly/chiamarsiBomberPE

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I PIù LETTI DELLA SETTIMANA