Re del kebab e lottatore di sumo, ecco il nuovo Lukas Podolski

Se siete a Colonia, in Germania, e vi manca il vostro kebabbaro di fiducia non temete, abbiamo la soluzione. O meglio, Lukas Podolski ha la soluzione. 

Il campione del mondo 2014, dopo aver aperto un primo negozio di kebab lo scorso anno, ha deciso di ampliare i suoi orizzonti imprenditoriali al sapore di agnello, pollo e manzo, aprendo anche il secondo proprio in questi giorni.

LEGGI ANCHE: El Pata Castro lancia il suo primo album, ecco “Que voy a hacer?”

L’attaccante ha presenziato all’inaugurazione concedendosi a foto e autografi di fan, che hanno fatto ore e ore di fila fuori dal negozio.

Podolski si è appassionato alla cucina turca durante il suo biennio al Galatasaray. Dopo i suoi sei mesi all’Inter, in prestito dall’Arsenal, il club milanese decide di non riscattarlo e i Gunners decidono di venderlo. Finisce così per due stagioni in Turchia e, dopo quell’esperienza, decide di trasformare la sua passione per la cucina locale in un vero e proprio business. 

Ma le sue passioni non finiscono qui, tra un döner kebab e un altro, vola in Giappone per giocare nel Vissel Kobe, club in cui milita tuttora. Nella terra di Holly & Benji ad attirare la sua attenzione non è stato tanto il sushi, ma il sumo. Come resistere in fondo alla tentazione di poter indossare un perizoma Mawashi?  

Divenuto amico di Hakuho Sho, uno dei più famosi lottatori, definito anche il Messi del sumo, Lukas ha voluto mettersi alla prova in questa nuova disciplina. 

Lukas Podolski su Instagram

Chissà se quando abbandonerà il mondo del calcio intraprenderà questa nuova carriera. Sicuramente mangiando quintali del suo döner kebab non farà fatica a raggiungere  il “peso forma” adeguato.

E se avete sofferto nel guardarlo alzare la Coppa del Mondo insieme alla Germania, immaginate nel vederlo costantemente in perizoma Mawashi. 

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I PIù LETTI DELLA SETTIMANA