Dani Alves-Psg, addio del difensore o è stato cacciato?

Domenica Dani Alves ha annunciato, con un lungo post su Instagram, l’addio al PSG. Ma è stato veramente un addio o è stato cacciato dal club?

LEGGI ANCHE: “Cacciate Vázquez”, Mendy mette mi piace poi si scusa: “Studierò spagnolo”

La notizia nella capitale francese circolava già da tempo e ieri il difensore l’ha solamente ufficializzata. Ma in Francia ne sono quasi certi, la partenza del brasiliano non è dovuta a un suo addio ma piuttosto a una volontà del club parigino. Le cause di un mancato rinnovo, secondo RMC, sono diverse.

Dani Alves via Instagram

In primis una motivazione di tipo tecnico sportivo. Lo staff del PSG non avrebbe infatti gradito la performance di Dani Alves nel match contro il Manchester United. La gara è costata l’eliminazione ai francesi dalla Champions League, nonostante l’andata vinta per 0-2 all’Old Trafford. Al Parco dei Principi il brasiliano ha deluso, e parecchio, tanto che Tuchel e lo staff avrebbero acconsentito subito al non rinnovo. 

LEGGI ANCHE: Lo Shanghai Shenhua offre 250 mila euro a settimana a Willian, lui dice no

Un altro elemento che ha infastidito la dirigenza del club è un’intervista rilasciata dal difensore, proprio a RMC, l’11 aprile. Alves in quell’occasione ha attaccato apertamente il club, colpevole secondo lui di non avere una cultura vincente. Non contento nei giorni scorsi, dal ritiro del Brasile, ha rincarato anche la dose.

“Il mio futuro? Non lo so ancora, mi vedo in un club dove si sappia come si fa a vincere”

Dichiarazioni che il Presidente e Leonardo non hanno per niente digerito. Al-Khelaifi in fondo nelle scorse settimane era stato chiaro.

“I giocatori devono assumersi le loro responsabilità, non sono qui per divertirsi ma per lavorare di più. Non accetto comportamenti da star. E se qualcuno non è d’accordo, le porte sono aperte”.

E Dani Alves sembra proprio essere la prima vittima del nuovo sistema Psg. 

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I più letti