La moglie di Caniggia: “Mio marito sta con una prostituta tossica”

La moglie di Caniggia, Mariana, ha rilasciato delle dichiarazioni al veleno sulla relazione tra il marito e Sofia Bonelli. Prima della telenovela argentina di Mauro Icardi e Wanda Nara, c’erano altri argentini sotto i riflettori del gossip calcistico. Claudio Caniggia era uno di questi. Il centrocampista ha sposato la moglie Mariana 31 anni fa, nel 1988, in un periodo in cui la carriera del giocatore stava per decollare. Proprio in quell’anno il centrocampista, cresciuto nel River Plate, sbarca in Italia e conquista pian piano anche l’Europa. Caniggia però non diventerà famoso solo per la sua velocità e bravura in campo, o per la sua grande amicizia con il connazionale Diego Armando Maradona, ma anche per qualche problemino con la droga e qualche marachella. Come dimenticare la sue squalifica di 13 mesi dopo essere risultato positivo alla cocaina in un controllo antidoping, mentre giocava nella Roma.

La moglie di Caniggia infuriata

Al suo fianco però Mariana era sempre presente, ma ora sembra davvero stanca della vita al limite del marito. In questi ultimi anni la coppia ha vissuto a Marbella, in Spagna, con i tre figli. L’argentino lì, già in passato, aveva fatto degli investimenti immobiliari e ora si occupa principalmente di questo. Sulla sua strada ha però incontrato un’altra donna, Sofia Bonelli, con il quale attualmente sembra avere una relazione. Mariana però non ci sta e, stanca del comportamento del marito, è volata in Argentina per raccontare la sua verità al programma televisivo “Confrontados” (“In conflitto”). Lady Caniggia non ha espresso parole dolci nei confronti del consorte e della nuova compagna, ma ha rilasciato delle dichiarazioni al veleno. 

LEGGI ANCHE: Lionel Messi in un club di terza categoria norvegese: è un omonimo

“Io non sono separata da mio marito, non abbiamo divorziato né niente. Mio marito sta con una prostituta, una tossica che lo tiene drogato tutto il giorno, ma finiranno tutti in carcere. Ho già appuntamento con i miei avvocati. Sono 33 anni che sto con mio marito, figuratevi se mi possono chiudere la bocca con qualche artificio legale, soprattutto pensando alle cose che so su di lui”.

LEGGI ANCHE: Grecia, gaffe in sala VAR: arriva il fattorino con pranzo a domicilio

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.