Bangor City, squadra gallese ma tricolore: 21 italiani in rosa

Il Bangor City è una squadra gallese di Serie B. La particolarità? Ha 21 italiani in rosa. Il Bangor City Football Club è un club storico del Galles che vanta tre Welsh Premier League, otto coppe del Galles, dieci partecipazioni all’Europa League e una ai preliminari di Champions. Una squadra da Serie B niente male, che nell’ultimo periodo si è completamente tinta di tricolore italiano.

LEGGI ANCHE: Eric Cantona, il discorso surreale del profeta: “ Presto diventeremo eterni”

Bangor City squadra gallese con 21 italiani in rosa

Quando il Bangor City gioca, scende in campo anche un po’ d’Italia, 21 giocatori della rosa sono infatti italiani. Una sorta di Little Italy del calcio. L’artefice di questa italianizzazione è il direttore sportivo, Max Leghissa. Passato da calciatore, ma in serie minori fino alla C con il Monfalcone, triestino, ma vagabondo grazie al calcio. Ha lavorato per club come Udinese, Casarano, Gallipoli, Syrianska FC e Mosta Football Club finché, come spiega a Libero, ha conosciuto i dirigenti del Bangor. Firma con loro un contratto di due anni e comincia a costruire la sua squadra con vecchie conoscenze e promesse del calcio italiano. Tra i giocatori anche il figlio dell’ex bomber Marco Del Vecchio, Nicolas Del Vecchio, ci sono poi tra gli altri: Emmanuel Ageymaiang, Francesco Leghissa, Emanuele Zaminga, Eugenio Dalia, Azizou Zoumbare, Francesco Serafino e Lorenzo Castaldo. 

LEGGI ANCHE: Champions League, dal 2024 potrebbero esserci 96 squadre

I ragazzi vivono tutti insieme in un bed & breakfast vicino a Liverpool e vanno a Bangor solo per le partite. Hanno a disposizione anche una cucina in cui possono preparare e consumare le scorte che arrivano abitudinariamente dall’Italia. Non mancano mai spaghetti, passata di pomodoro e mozzarelle. Un’esperienza di vita sicuramente significativa per i giocatori, che grazie al calcio possono anche imparare una nuova cultura e l’inglese. Il Bangor City ha conquistato fino ad ora quattro punti in due partite. Nell’ultimo match ha vinto 3-1, in casa, contro il Buckley Town. Il club è retrocesso in B non per meriti sportivi, ma a causa del piccolo stadio da 5000 posti che non era a norma. Recentemente la società ha sistemato l’impianto e il Bangor tricolore vuole ora ritornare in massima serie e poi, entro due anni, in Europa League.

LEGGI ANCHE: Inghilterra, uomo condannato al carcere per tweet razzisti contro Salah

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I PIù LETTI DELLA SETTIMANA