Nagelsmann: “Di notte mi sveglio urlando indicazioni tattiche a mia moglie”

Julian Nagelsmann, allenatore del Lipsia, di notte non riesce a dormire bene a causa del suo lavoro. Il tecnico si sveglia urlando indicazioni tattiche, svegliando anche la moglie. Nagelsmann siede da quest’anno sulla panchina del Lipsia. Firmando il contratto con il club tedesco l’ex giocatore è diventato il più giovane tecnico della storia della Bundesliga. Sì, perché Julian ha solamente 32 anni, ma svolge la professione da allenatore da undici anni. Nagelsmann ha giocato nel settore giovanile dell’Augusta e del Monaco 1860 prima di ritirarsi a soli 21 anni a causa di frequenti infortuni al ginocchio. Dopo essere stato vice allenatore al Monaco 1860 arriva all’Hoffenheim, nel quale ricoprirà diversi ruoli. Dai tifosi del club verrà sempre ricordato per aver salvato la squadra dalla retrocessione e per averla portata in Champions League. Ma nell’estate 2019 la svolta, il tecnico si trasferisce al Lipsia.

LEGGI ANCHE: Tottenham, tifoso si finge malato al lavoro: colpa dei colleghi..dell’Arsenal

Nagelsmann: “Di notte mi sveglio urlando indicazioni tattiche”

Anche nel nuovo club sta andando molto bene. La squadra, dopo sei giornate di campionato, è seconda in classifica con 13 punti e a pari punti con Friburgo, Schalke 04, Borussia M’Gladbach e Leverkusen. Nagelsmann è molto attento ai dettagli, forse anche un po’ troppo, e sua moglie ne sa qualcosa. Il tedesco, durante la conferenza stampa di presentazione della partita di Champions League Lipsia-Lione, ha raccontato infatti un singolare aneddoto che lo riguarda.

LEGGI ANCHE: Anche Cristiano Ronaldo sgarra: “A volte mangio la pizza con mio figlio”

Spesso mi sveglio e spavento mia moglie in piena notte perché, nel sonno, urlo indicazioni tattiche a qualche giocatore, ma io non me ne rendo conto. Lo vengo a sapere il giorno dopo quando me lo racconta lei, naturalmente un po’ infastidita. Il problema è che capita abbastanza spesso. Riposo molto poco, anche prima delle gare di Champions. Mio figlio infatti mi sveglia, ma d’altronde la Champions non è un problema suo”.

Niente relax quindi per Julian, ma neanche per la moglie, costretta a sentire le sue indicazioni nel sonno e a passare delle atipiche notti in bianco.  

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I più letti