Townsend e il gioco d’azzardo: “Una sera ho perso 46 mila dollari”

Andros Townsend ha parlato della sua dipendenza dal gioco d’azzardo, che nel 2013 gli costò anche una squalifica di quattro mesi. Il giocatore ricorda in particolare una sera in cui perse 46 mila dollari. Il ventottenne, cresciuto nelle giovanili del Tottenham, è oggi un centrocampista del Crystal Palace, che vanta anche 13 presenze con la maglia della nazionale inglese. Una carriera caratterizzata da tanti prestiti, tanti club, ma anche da una squalifica di quattro mesi.

LEGGI ANCHE: Evacuato Monumental, colpa di uno studente che voleva evitare un esame

Townsend e il gioco d’azzardo

La stella del Crystal ha vissuto dei momenti bui a causa di una dipendenza. Niente a che fare con alcool o sostanze stupefacenti, si parla infatti di gioco d’azzardo. Il giocatore ha iniziato a scommettere perché annoiato, ma in pochi mesi ha perso il controllo della situazione. Il tutto va avanti fino al giugno 2013, quando arriva un punto di svolta per lui e la sua carriera. Andros viene multato dalla Federcalcio per aver violato il regolamento delle scommesse, ma non solo. Il centrocampista riceve anche una squalifica di quattro mesi. Il provvedimento si rivelerà la giusta scossa per far sì che Townsend riprenda in mano la sua vita. A raccontarlo è stato lui stesso in un’intervista a  theplayerstribune. com. 

LEGGI ANCHE: Dhorasoo si candida a sindaco di Parigi: il suo programma

Non bevo, non faccio uso di droghe, non sono mai stato in un night club in vita mia, eppure sono riuscito a perdere 46 mila dollari solamente con un click sul telefono. Non ho dovuto neanche lasciare la mia stanza. Probabilmente sono l’unico ragazzo nella storia che ha perso tutti quei soldi rimanendo sdraiato a letto in un mercoledì sera. Questa non è la storia di un ragazzo d’oro e non mi piace parlarne. La racconto per coloro che si sono sentiti persi, depressi e che hanno combattuto questa dipendenza. Ricordo esattamente dove mi trovavo quando ho fatto la prima scommessa. Ero annoiato in una stanza d’albergo e la sera prima avevo visto in tv una pubblicità di un’app gratuita per scommesse. L’ho scaricata e ho iniziato con una piccola scommessa. Nel giro di pochi mesi ero finito fuori controllo e mi sono ritrovato ad esserne dipendente”.

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I PIù LETTI DELLA SETTIMANA