Home » Tevez: “Mi deridevano per la mia auto, Rooney mi diede una Lamborghini”
News

Tevez: “Mi deridevano per la mia auto, Rooney mi diede una Lamborghini”

Carlos Tevez, in vena di confidenze, racconta degli aneddoti sulla sua avventura al Manchester United. Un’esperienza, quella con i Reds, incominciata con qualche difficoltà soprattuto fuori dal terreno di gioco. I compagni di squadra dell’Apache infatti lo prendevano in giro per la sua automobile, ma Rooney ha risolto la situazione. Il 10 agosto 2007 l’argentino viene acquistato ufficialmente dal club inglese per 12,7 milioni di euro. L’attaccante indosserà la maglia Reds per soli due anni, ma in questo breve lasso di tempo vincerà tutto, in Inghilterra, in Europa e nel mondo. Nella prima stagione a Manchester Tevez vince Champions League e Premier League. Nella stagione successiva, invece, conquista nuovamente il campionato inglese, con due giornate d’anticipo, poi la Coppa di Lega e infine anche il Mondiale per club.

LEGGI ANCHE: Townsend e il gioco d’azzardo: “Una sera ho perso 46 mila dollari”

Tevez: ” Rooney mi diede una Lamborghini”

Nel 2009 l’Apache lascia il club verso nuove avventure. Prima al City, poi alla Juventus e infine Cina, allo Shanghai Shenhua, e il ritorno a casa, nel Boca Juniors. Ma l’esperienza con la casacca dei Reds resta sicuramente indimenticabile. Merito anche di ciò che accadeva fuori dal campo da gioco. L’argentino, a Manchester, aveva legato molto con i compagni di reparto, Cristiano Ronaldo e Wayne Rooney. Quest’ultimo in particolare, come racconta l’Apache a Tyc Sports, l’aveva aiutato in un momento particolare. I giocatori dello United infatti prendevano in giro Tevez a causa della sua automobile, l’Audi fornita dal club. Così l’attaccante inglese è corso in suo aiuto, cedendo al compagno di squadra una delle sue automobili, una Lamborghini. 

LEGGI ANCHE: Russia, matrimoni allo stadio: più di 400 coppie in sei mesi

“All’allenamento tutti quanti venivano in Ferrari oppure in Lamborghini, anche i giocatori più scarsi ne avevano una. Io invece no, mi sono presentato con l’Audi che mi aveva dato il club e mi hanno riso tutti in faccia come se si trattasse di una Fiat 600. Quel pazzo di Rooney allora ha preso la sua Lamborghini e me l’ha data. Mi sono trovato bene con Wayne, era come me”.