Mesut Ozil “cancellato” dalla Cina per alcune dichiarazioni indesiderate

Sembra assurdo ma nel 2019 succedono anche queste cose. Mesut Ozil cancellato dalla Cina per alcune dichiarazioni indesiderate. Le autorità hanno prima deciso di non trasmettere sulla televisione nazionale il match tra Arsenal e Manchester City, proprio per la presenza di Ozil, e hanno poi fatto sparire tutto ciò che lo riguarda dalla rete. Tutto ha inizio qualche giorno fa a causa di un post Instagram pubblicato dall’attaccante tedesco sul proprio profilo. Ozil attraverso il Social Network si era espresso contro la persecuzione della Cina nei confronti della popolazione uigura, la minoranza islamica nella regione nord-occidentale dello Xinjiang

Mesut Ozil “cancellato” dalla Cina

Il post ha fatto infuriare il popolo e le autorità cinesi che hanno subito preso dei provvedimenti. Innanzitutto la gara tra Arsenal a Manchester City è stata ritirata dal canale nazionale CCTV per la presenza del calciatore tra le fila dei Gunners, ma non è finita qui. Il suo fan club che contava oltre 30 mila persone, come riporta The Athletic, è stato chiuso. Cancellate anche le sue pagine sui social media cinesi Weibo e Douyin, mentre Baidu, uno dei principali motori di ricerca del Paese, lo ha completamente eliminato. La FA del paese ha spiegato che la sua presa di posizione e le sue parole hanno ferito profondamente i sentimenti del popolo cinese.

LEGGI ANCHE: Gascoigne fermato al supermercato: non ha pagato una bottiglia di vino

L’Arsenal, dal canto suo, ha preso subito le distanze dalle dichiarazioni di Ozil, spiegando che le opinioni del giocatore sono state pubblicate a titolo personale. Inoltre il club mantiene il principio di non prendere posizioni politiche. La Cina, dopo aver cancellato l’attaccante dalla rete e dalla tv, ha deciso però di invitare il calciatore dei Gunners nella regione dello Xinjiang. L’obiettivo è quello di fargli vedere la situazione della popolazione uigura di quella zona. Secondo Pechino il tedesco sarebbe stato “ingannato da notizie false”. Il portavoce del ministero degli Esteri, Geng Shuang, ha affermato che il suo “giudizio era stato influenzato da informazioni non vere”. Ozil è quindi atteso in Cina, ma nel frattempo nel paese della Grande Muraglia rimane un fantasma. 

LEGGI ANCHE: Watford, Foster soccorre tifoso ottantenne e gli regala abbonamento

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I PIù LETTI DELLA SETTIMANA