Coutinho troppo piccolo: non ha kit ufficiale, ma il Bayern ha la soluzione
Home » Coutinho troppo piccolo: non ha kit ufficiale, ma il Bayern ha la soluzione
News

Coutinho troppo piccolo: non ha kit ufficiale, ma il Bayern ha la soluzione

Coutinho è troppo piccolo e, proprio a causa della sua statura, non ha ancora il kit ufficiale del Bayern Monaco. Ma il club bavarese ha trovato subito una soluzione, il brasiliano gioca infatti con il kit in versione kids. Philippe Coutinho arriva in Germania da Barcellona il 16 agosto 2019. L’ex Inter si trasferisce a Monaco in prestito oneroso con diritto di riscatto, dopo una stagione abbastanza deludente con i blaugrana. Il fantasista era approdato in Spagna per 160 milioni di euro, per rinforzare l’attacco dopo la cessione da 222 milioni di euro del connazionale Neymar. Ma la sua esperienza con Messi e compagni non andrà esattamente come sperato e il suo rendimento si rivelerà generalmente inferiore alle grandi aspettative generate dal costo del suo cartellino. Il ventisettenne, dopo una sola stagione, cambia aria e arriva in Germania, dove sembra essere già rinato.

LEGGI ANCHE: Natale in casa Real, nuove auto ai giocatori: Ramos sceglie la più costosa

Coutinho troppo piccolo, non ha kit ufficiale

Con la tripletta realizzata contro il Werder Brema sigla il periodo di rinascita e progresso che sta vivendo. Ma in Baviera non tutto va secondo i piani. Il Bayern Monaco infatti, nonostante corteggiasse il brasiliano già da tempo, non aveva considerato un dettaglio, la piccola statura del giocatore. L’Adidas, sponsor tecnico del club tedesco, non ha una taglia adatta al fantasista e non ha ancora preparato il kit su misura. Il club inoltre, come racconta Bild, ha inviato un elenco dettagliato alla multinazionale, con le misure dei giocatori, quando Coutinho non era ancora stato ingaggiato. Il fantasista quindi dovrà aspettare almeno fino a gennaio per indossare il kit ufficiale

LEGGI ANCHE: Guardiola e il suo sogno: “Volevo giocare alla Juve con Zidane”

Ma la società bavarese ha trovato comunque una soluzione. Il brasiliano gioca infatti con il kit ufficiale dei bambini, venduto in tutti gli store del Bayern. La storia è stata diffusa dopo che qualche tifoso molto attento ha notato, in un abbraccio tra il brasiliano e David Alaba, che le maglie dei due erano differenti.  

LEGGI ANCHE: Nicklas Bendtner, contratto non rinnovato: addio al calcio a 31 anni?