Il Natale triste dell'ex Milan Taiwo: "Il presidente mi ha tolto anche l'auto"
Home » Il Natale triste dell’ex Milan Taiwo: “Il presidente mi ha tolto anche l’auto”
Bomber della settimana

Il Natale triste dell’ex Milan Taiwo: “Il presidente mi ha tolto anche l’auto”

Ve lo ricordate Taye Taiwo? Terzino nigeriano, meteora nel Milan nella stagione 2011-2012. Difatti, in pochi se lo ricorderanno, dato che dopo soli 4 mesi, i rossoneri lo girarono in prestito al QPR. Il ragazzo, ha vissuto una brutta esperienza a causa del Seregno calcio, già salito alle cronache qualche settimana fa per la vicenda Borriello.

LEGGI ANCHE – Tiki Taka caccia Cassano: tutta colpa di una donna

IL VULCANICO PRESIDENTE ERBA

“Nel frattempo presidente Erba cerchi di fumare meno, con questo post Borriello rispondeva piccato alle dichiarazioni del patron del Seregno che aveva ufficializzato l’attaccante napoletano. Una storia inventata, probabilmente una boutade mediatica. Fatto sta che quel botta e risposta social tra il club e l’ex centravanti di Milan e Roma, aveva dato di colpo visibilità e notorietà al club lombardo militante in serie D e al suo vulcanico presidente. L’estate scorsa la campagna di calciomercato della società brianzola pareva più un’operazione nostalgia. Quindi oltre a Borriello – che a quanto pare, però, non è mai stato contattato realmente dal club – sono stati presi Obinna, meteora dell’Inter e Taiwo, meteora del MIlan.

LEGGI ANCHE – L’Atalanta umilia il Milan: ma alcuni giocatori rossoneri fanno festa (VIDEO)

Il terzino nigeriano ha rivelato l’accaduto sulle colonne di Gazzamercato: “Due settimane fa mi il presidente mi ha offerto un contratto importante più l’automobile per i miei spostamenti. Da allora per due settimane mi sono sempre allenato regolarmente e sono finito nell’elenco dei convocati, non scendendo in campo finora in attesa del transfer internazionale”. Ma qualcosa è andato storto: “Ieri il presidente mi ha chiesto indietro la macchina e oggi via WhatsApp ho scoperto di non essere più parte del club. Definire irrispettoso questo comportamento è poco, mi hanno proprio preso in giro. Io sono una persona seria e un giocatore di calcio, non amo perdere tempo. Mi hanno cercato e voluto loro, altrimenti avrei valutato altre offerte. Così non ci si comporta neanche in Terza Categoria“ . Povero Taiwo, voleva solamente tornare in Italia… date una squadra a quell’uomo.

LEGGI ANCHE – Cassano torna alla Sampdoria? Ferrero ammette: “Lo amo”