L’umiltà di CR7 parte 2: “Vinco sempre e ovunque”. Poi spiazza tutti sul suo futuro

Pochi giorni fa in un’intervista a Dazn, vi avevamo raccontato dell’umiltà di CR7 che aveva dichiarato di non avere difetti e di essere quindi perfetto. Oggi ha rinforzato il concetto di umiltà dichiarandosi un campione capace di vincere sempre e ovunque. Poi ha parlato del suo futuro spiazzando tutti.

LEGGI ANCHE – L’ex Roma Karsdorp criticato per un video. Sui social: “si droga!” (VIDEO)

L’umiltà di CR7 parte 2

Presente ai Globe Soccer Awards a Dubai, l’asso portoghese ha rilasciato una lunga intervista in cui si è auto elogiato. “Vincere in tutti i luoghi dove sono stato non è una coincidenza, quando sei una campione vinci sempre“, ha spiegato senza mezzi termini. Poi ha detto che gli piacerebbe battere il record di gol segnati detenuto da Pelé ed è tornato ad auto elogiarsi: “Mantenere un livello costante per 15 anni è legato alla volontà di continuare ad essere il migliore. Non voglio sembrare narcisista, ma la mia storia è basata sul fatto di avere in testa l’obiettivo e portarlo a termine“.

LEGGI ANCHE – Mistero Ndombélé, non gioca mai. Mourinho spiega: “È spaventato”

Di appendere gli scarpini al chiodo proprio non ne vuole sapere: “I tempi sono cambiati, oggi ci sono atleti che riescono a mantenere livelli alti anche a 40 anni”. Eppure, Cristiano Ronaldo ha le idee chiare sul dopo: “Quando smetterò di giocare a calcio vorrei riprendere a studiare. Purtroppo gli studi che ho fatto non mi permettono di rispondere a tutte le domande che ho. Un’altra cosa che mi affascina è quella di provare a recitare in un film a Hollywood. La giornata è fatta di 24 ore e bisogna trovare l’equilibrio tra allenamenti, famiglia, amici e divertimenti”.

LEGGI ANCHE – Juan Mata regalo speciale ai compagni dello United

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I più letti