Quintero alla ricerca del padre desaparecidos: scrive all’esercito

Juan Ferdinando Quintero alla ricerca del padre desaparecidos. Il colombiano comincia il 2020 chiedendo un regalo speciale all’esercito del suo paese: sapere che fine abbia fatto il padre. Il ventiseienne, ex Pescara, è ormai uno dei pilastri fondamentali della formazione del River Plate. Suo uno dei gol decisivi nella finale di ritorno di Coppa Libertadores contro il Boca Juniors nel dicembre 2018. Un periodo d’oro per Quintero, che in Italia non era invece riuscito ad affermarsi. Il centrocampista, negli ultimi giorni, è balzato alle cronache non però per le sue qualità in campo, ma per una richiesta ben precisa.

LEGGI ANCHE: Monterrey vince il titolo, il tecnico Mohamed commuove con la sua storia

Quintero alla ricerca del padre

Il colombiano, tramite Twitter, ha voluto infatti mandare un messaggio all’esercito del suo paese e in particolare al nuovo comandante delle forze armate. Il giocatore vorrebbe infatti sapere che fine abbia fatto suo padre. L’uomo, come spiega il Mundo Deportivo, è scomparso misteriosamente e improvvisamente 24 anni fa, ai tempi del servizio militare. La Colombia, in quegli anni, viveva un momento di caos ed è proprio in quel periodo che il genitore di Quintero finisce sotto le armi agli ordini di Eduardo Zapateiro, nominato poco tempo fa nuovo comandante dell’esercito nazionale colombiano. Il padre del centrocampista però scomparirà e la famiglia non avrà più notizie. Ora, in occasione del cambio ai vertici delle forze armate, Quintero chiede, dopo 24 anni, di avere notizie sul padre. 

LEGGI ANCHE: Betis Siviglia, Nabil Fekir convinto: “Io e Messi siamo simili”

“Non mi interessa e non voglio approfittare della notizia della nomina a generale dell’esercito di Zapateiro, a cui il signor Presidente ha assegnato il controllo delle forze armate del mio paese (per cui nutro tantissimo rispetto). Però spero che ci sia modo di avere un dialogo con lui il più presto possibile e sapere finalmente quello che è successo a mio padre. Abbiamo sofferto tutti moltissimo e come figlio ho il diritto di sapere come sono andate le cose. La mia famiglia ha avuto problemi psicologici e mentali ed è un peso che ci portiamo addosso giorno dopo giorno da più di 24 anni. C’è un vuoto e lo sento quotidianamente. Voglio solo sapere cosa è successo”.

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I PIù LETTI DELLA SETTIMANA