Home » Manchester United, casa del vicepresidente assalita dai tifosi
News

Manchester United, casa del vicepresidente assalita dai tifosi

Tensione alle stelle a Manchester. La casa del vicepresidente dello United,  Ed Woodward, è stata assalita da alcuni tifosi. Il Manchester United non sta attraversando un periodo molto facile. La formazione di Ole Gunnar Solskjær non vince in Premier League da inizio gennaio e i tifosi, già da tempo, sono sul piede di guerra. Dopo la vittoria, all’Old Trafford, contro il Norwich i Red Devils hanno perso sia con il Liverpool che con il Burnley. Gli unici successi sono arrivati in FA Cup con il Wolverhampton e il Tranmere Rovers, ma queste vittorie  non sono bastate a migliorare il clima tra tifosi e dirigenza. I sostenitori dello United chiedono, a gran voce, che Mr. Woodward lasci il club, ma queste richieste sono sempre rimaste inascoltate. Il vicepresidente, secondo i tifosi, non avrebbe a cuore i problemi della squadra ma solo gli interessi economici. 

LEGGI ANCHE: Bendtner, in uscita un documentario sulla sua vita con la fidanzata Philine

Manchester United, casa del vicepresidente assalita dai tifosi

La situazione però, ora, è degenerata. Un gruppo di circa venti persone, incappucciate e a volto coperto, si è radunato infatti fuori dalla villa del dirigente inglese e, come riporta il Sun, ha cominciato a tirare razzi contro l’abitazione da due milioni di sterline. Alcuni hanno suonato anche al citofono e, siccome nessuno ha risposto, hanno spruzzato vernice rossa sui cancelli. Il tutto è stato ripreso dai cellulari dei presenti e  il video è stato pubblicato in rete con il titolo “Ed Woodward sta per morire”. Il vicepresidente, la moglie e i loro gemelli di sei anni, probabilmente non erano a casa al momento dell’attacco. Il Manchester United ha immediatamente rilasciato un comunicato in cui condanna questa violenza e in cui dichiara che i colpevoli, una volta identificati, saranno banditi a vita

LEGGI ANCHE: Odio social su Immobile: “Ciro ha elicottero?”, la moglie risponde indignata

“Sappiamo che il mondo del calcio si unirà a noi mentre lavoriamo con la Greater Manchester Police per identificare gli autori di questo attacco ingiustificato. Chiunque sia ritenuto colpevole di un reato, o trovato a trasgredire la proprietà del vicepresidente, sarà bandito a vita dal club e potrebbe essere perseguito. I tifosi che esprimono un’opinione sono una cosa, il danno criminale e l’intenzione di mettere in pericolo la vita è un’altra. Semplicemente non ci sono scuse per questo”.

LEGGI ANCHE: Inghilterra, rider sfreccia a bordocampo e consegna pizze a tifosi (VIDEO)