Home » Le dichiarazioni di Zeman che hanno scatenato la rabbia delle femministe
News

Le dichiarazioni di Zeman che hanno scatenato la rabbia delle femministe

Le dichiarazioni di Zeman, pronunciate tra l’altro con sarcasmo, hanno sollevato un polverone mediatico inimmaginabile. Il tecnico boemo ha fatto una battuta sulla situazione delle donna in Italia, relegate ai fornelli e con poche possibilità di affermarsi nel mondo del calcio. Il tutto però è stato frainteso e il povero allenatore ceco è finito in una polemica senza fine.

LEGGI ANCHE – Southgate incassa 200 mila sterline grazie ai suoi gilet

LEGGI ANCHE – Honda firma per il Botafogo. La sua richiesta? Un’auto anti-proiettili

LEGGI ANCHE – Regini va al Parma in extremis, ma il suo agente rischiava l’arresto…

LE DICHIARAZIONI DI ZEMAN CONTRO LE DONNE (?)

Qualche mese fa Fulvio Collovati fu licenziato dalla trasmissione Quelli che il calcio per aver detto che le donne non capiscono niente di calcio. Adesso a finire sotto l’occhio del ciclone è Zdenek Zeman che durante la premiazione della Panchina d’oro (vinta da Gian Piero Gasperini) ha rilasciato le seguenti dichiarazioni: “Certamente il calcio femminile oggi è in grande sviluppo in Italia. Ho visto la partecipazione dell’anno scorso al Mondiale. Speriamo vada sempre più avanti. In Italia c’è il problema del calcio maschile, le donne venivano sempre dietro nel calcio. Vediamo se il calcio femminile riuscirà a fare un passo in avanti. È un problema anche di cultura. Di solito in Italia le donne stanno in cucina. Non so se questo è grave, certo è che i maschi devono mangiare“.

Sul web il povero allenatore ex di Roma e Lazio è stato crivellato di insulti e commenti a dir poco lusinghieri. Carolina Morace l’ha definito un ignorante. In serata Zeman, contattato da Gazzetta.it, si è detto “sorpreso” dalle reazioni. Con le sue parole voleva infatti elogiare il cambio di rotta, anche culturale, avvenuto in Italia. Dove fino a pochi anni fa il calcio era considerato soltanto per gli uomini e le donne non avevano la possibilità di emergere. Perché, secondo lo stereotipo, dovevano stare in cucina. Invece, “è stato capito il contrario di quello che ho detto”.