Ronaldinho, super barbecue in carcere per il suo compleanno

Ronaldinho ha festeggiato i suoi 40 anni in carcere con un super barbecue. Il cibo è arrivato dall’esterno e tutti i detenuti della sua ala si sono organizzati per cucinare. Per il suo ventiseiesimo compleanno Dinho aveva festeggiato in un nightclub di Barcellona fino alle sei del mattino. Per i trentadue anni il brasiliano ha scelto un hotel di lusso a Rio de Janeiro e i festeggiamenti sono andati avanti per cinque giorni. Per il suo quarantesimo, invece, Ronaldinho non ha avuto molta scelta. Il brasiliano si trova infatti nel carcere di Asuncion in Paraguay da qualche settimana. Ma, nonostante la detenzione, è riuscito a festeggiare il traguardo dei 40 con i compagni di prigionia.

Ronaldinho, super barbecue in carcere per il suo compleanno

Lo scorso 5 marzo l’ex campione brasiliano è stato arrestato insieme al fratello ed ex agente Roberto per possesso di documenti falsi. I due, poche ore dopo, sono tornati in libertà ma, prima di tornare in Brasile, ecco un nuovo colpo di scena: vengono arrestati di nuovo. L’accusa è quella di riciclaggio e i fratelli sono ora in prigione in attesa che questa situazione si risolva. Dinho sperava potesse tornare in libertà nel giro di pochi giorni, ma così non è stato e, il diffondersi del coronavirus, potrebbe anche prolungare la sua permanenza nella struttura penitenziaria. Il brasiliano, come racconta l’amico Nelson Cuevas, è triste ma gioca a calcio, partecipa al torneo di calcetto organizzato in prigione e cerca di integrarsi con gli altri carcerati. Il Pallone d’oro 2005 ha dovuto festeggiare anche i 40 anni dietro le sbarre e l’ha fatto con un super barbecue. 

I detenuti della sua ala, come ha spiegato il direttore del carcere a ESPN, si sono organizzati per cucinare il cibo che è arrivato dall’esterno. Niente lusso, niente donne e niente ore piccole ma sicuramente un momento di svago dalla vita da detenuto. Nel frattempo, all’esterno, amici ed ex colleghi facevano gli auguri a Dinho sui social network. Dai compagni vincitori della Coppa del Mondo 2002, come Ronaldo e Roberto Carlos, fino all’ex compagno blaugrana Samuel Eto’o. 

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I più letti