Home » Inghilterra, ressa nei supermercati: Liverpool offre gli stewards di Anfield
News

Inghilterra, ressa nei supermercati: Liverpool offre gli stewards di Anfield

In Gran Bretagna, così come in molti altri paesi europei, la paura per la diffusione del Covid-19 e l’annuncio di misure restrittive da parte del governo hanno causato lunghissime file nei supermercati. Nei giorni scorsi, dopo la positività al coronavirus del tecnico Mikel Arteta e del giocatore dei Blues Callum Hudson-Odoi, le massime organizzazioni calcistiche inglesi hanno deciso di sospendere i campionati. E, a distanza di circa dieci giorni, arrivano anche le prime restrizioni da parte del governo. Il primo ministro Boris Johnson ha detto infatti che l’obiettivo è rallentare la diffusione del virus. La popolazione britannica ha così preso d’assalto i supermercati e la situazione è diventata spesso ingestibile. Ma il Liverpool potrebbe avere la soluzione: gli stewards di Anfield.  

Ressa nei supermercati: Liverpool offre gli stewards di Anfield

Il CEO dei Reds Peter Moore, tramite Twitter, ha annunciato che gli steward dello stadio del club aiuterebbero molto volentieri i negozi, intorno al Merseyside, nella gestione della folla. Un gesto che potrebbe risultare davvero utile per molte aziende locali. Il Liverpool, dopo uno splendido campionato, è in attesa di conoscere il proprio destino. La Premier è momentaneamente sospesa e non si sa ancora se la formazione di Klopp riuscirà a conquistare il titolo che manca da 30 anni. Ma, nel frattempo, i Reds cercano di offrire un aiuto pratico in questo periodo di necessità e di emergenza: 

“Messaggio ai gestori di supermercati qui nel Merseyside. I nostri steward dello stadio di Anfield offrono il loro tempo e le loro competenze nel volontariato per aiutare con il controllo della folla, la gestione delle code, il controllo del parcheggio, l’assistenza agli anziani e gli infermi che portano i loro generi alimentari nelle loro auto, ecc. Sono davvero i migliori del settore e sarebbero lieti di aiutarvi in qualsiasi modo voi riteniate opportuno (e sicuro) nei vostri locali. Per favore, mandatemi un DM in modo che io possa mettervi in contatto”.