Home » Keylor Navas spende 200 mila dollari per tornare in Costa Rica
News

Keylor Navas spende 200 mila dollari per tornare in Costa Rica

Il portiere del Psg Keylor Navas pur di tornare dai suoi cari, in Costa Rica, spende 200 mila dollari per un volo. Il giocatore, dopo un breve periodo di quarantena parigina, ha deciso di lasciare la Francia con la moglie e i figli e raggiungere le famiglie oltreoceano. Milioni di persone in tutto il mondo sono isolate a causa della pandemia di coronavirus. Gli sportivi e i calciatori, così come ogni singola persona, stanno cercando di non uscire di casa in modo che la diffusione del Covid-19 cominci a diminuire. Anche Keylor Navas stava facendo lo stesso a Parigi, ma il portiere del PSG ha poi cambiato idea. Il costaricano ha scelto di raggiungere la sua famiglia e quella della moglie in Costa Rica.

Navas spende 200 mila dollari per tornare in Costa Rica

Navas nei giorni scorsi aveva inviato un messaggio al popolo costaricano attraverso i propri profili social. Il portiere aveva invitato tutti a seguire le istruzioni della autorità sanitarie per evitare la diffusione del contagio: “Come tutti sappiamo, in tutto il mondo stiamo attraversando una situazione piuttosto complicata a causa del Covid-19. Voglio fare un appello al popolo costaricano: ascoltiamo tutte le indicazioni delle nostre autorità e siate responsabili”. Il messaggio arrivava direttamente dalla sua abitazione parigina. Abitazione, che ha deciso di abbandonare solo qualche giorno dopo. 

Il giocatore, stando a quanto riporta ESPN, ha preso un volo privato la notte del 27 marzo per recarsi nel suo paese natale. Il trentatreenne così potrà stare con i suoi cari durante questa complicata emergenza sanitaria. Navas, pur di raggiungere la Costa Rica, avrebbe pagato un totale di 200 mila dollari per un volo da Parigi a San José. Secondo le linee guida stabilite dal Ministero della Salute e dal Governo della Repubblica costaricana, il portiere, la moglie e i tre figli dovranno ora rimanere almeno 14 giorni nel territorio nazionale e dovranno rimanere in isolamento.