Home » L’Ajax rescinde il contratto con Nouri, ma non lo lascia solo
News

L’Ajax rescinde il contratto con Nouri, ma non lo lascia solo

L’Ajax deve fare economia e rescinde il contratto con Nouri. Il club spiega che è stata una scelta dovuta per evitare che ad aprile scattasse il rinnovo automatico. I Lancieri non vogliono comunque lasciare solo il loro ex campione. Appie era una delle stelle più promettenti del club olandese, ma nel 2017 è finito in coma a causa di un ictus. Il calciatore è crollato in campo durante un’amichevole con il Werder Brema. Solo qualche giorno fa, dall’Olanda, sono arrivate notizie incoraggianti sulle sue condizioni. Il fratello ha infatti rivelato che Nouri è uscito dal coma ed è a casa. Lentamente continua a migliorare ma non si sa in che percentuale il ventiduenne potrà recuperare la piena funzionalità cerebrale. Il giocatore dei Lancieri nonostante fosse in coma ha sempre avuto un contratto regolare con il club. Ma l’Ajax proprio in questi giorni ha rescisso questo accordo.

L’Ajax rescinde il contratto con Nouri

In questo periodo di emergenza sanitaria e di incertezza anche il club olandese deve fare economia. I Lancieri, come riporta il quotidiano olandese Telegraaf, rescindono quindi il contratto con Appie. Una scelta dovuta, spiega la società, per evitare che scattasse il rinnovo automatico. Il problema è che in casa Ajax, i giocatori con contratto in scadenza devono prendere decisioni sul proprio futuro prima del 1° aprile. Altrimenti, gli accordi vengono automaticamente rinnovati per un’altra stagione. Il club, quindi, ha preso questa decisione proprio adesso solamente a causa di questa clausola. Anche il futuro di Klaas-Jan Huntelaar che ha un contratto in scadenza, per esempio, dovrà essere deciso entro oggi. 

I Lancieri comunque hanno annullato il contratto solo formalmente. Il club sta infatti cercando una soluzione per poter aiutare ancora Nouri. Al momento pagherà lo stipendio del giocatore fino al 1° luglio, come da contratto, poi si vedrà. L’Ajax rimane in trattative con la famiglia Nouri e l’avvocato John Beer per trovare il giusto accordo anche per il futuro.