Home » Atletico, le iniziative per stare vicini ai propri tifosi tra giochi e chiamate
News

Atletico, le iniziative per stare vicini ai propri tifosi tra giochi e chiamate

Il mondo si è fermato a causa dell’emergenza sanitaria del coronavirus. La Spagna è uno dei paesi europei più colpiti e, come l’Italia, già da diverse settimane è in lock down. Uno stop che ha interessato anche il mondo del calcio, niente partite e niente allenamenti. L’Atletico Madrid però, nonostante questo periodo di isolamento, non rinuncia al contatto con i tifosi. I colchoneros vogliono infatti restare vicini ai propri supporter e hanno ideato diverse iniziative per non lasciarli mai soli. L’Atletico, come riporta Mundo Deportivo, ha chiuso il 2019 con un totale di 58.132 abbonati, un record nella storia del club. La formazione di Simeone, però, ha anche milioni di follower in tutto il mondo. Il club ha quindi deciso di organizzare una serie di iniziative per far divertire i propri fan in attesa del ritorno in campo.

Atletico, le iniziative per stare vicini ai propri tifosi

In attesa di un ritorno alla normalità l’Atletico Madrid utilizza i propri profili sui social network per intrattenere i tifosi. A dare il via alle iniziative la playlist delle canzoni più suonate al Wanda Metropolitano. Dall’inno, da cantare con i vicini di casa, fino alla canzone degli AC/DC Thunderstruck, che solitamente suona nel momento dell’annuncio delle formazioni. Non solo musica però. I colchoneros hanno dato vita a un quiz. Un vero e proprio concorso per eleggere il più informato sulla storia della squadra di Madrid. Ma la società ha pensato anche ai tifosi più sportivi e ha deciso di creare un’app che, su richiesta, invia video di allenamenti per poter mantenere la forma fisica anche a casa.

Per alcuni fan ci sarà poi l’occasione di parlare, tramite videochiamata, con uno dei giocatori della squadra. Un’iniziativa, questa, riservata principalmente agli abbonati più anziani. Gli uomini di Simeone chiamano i tifosi per sapere come stanno e per capire se hanno bisogno di qualcosa. Non sono mancate però le sorprese ai più giovani, Gimenez ad esempio ha chiamato un ragazzo in occasione del suo compleanno.