Coronavirus, il piano della Bundesliga per ripartire

Le varie leghe nazionali stanno pianificando il modo per tornare al calcio giocato nel minor tempo possibile, sempre rispettando le regole e le restrizioni di questo periodo di emergenza. Con la Serie A alle prese con la diatriba Lega-Aic sul taglio degli stipendi e la Premier League che pensa ad una full imersion calcistica estiva, è la Bundesliga a muovere i primi passi verso il ritorno al calcio giocato post Coronavirus.

Il calcio è fermo da quasi un mese ormai, nonostante qualche ormai nota e folkloristica eccezione, e tra discussioni sul taglio degli stipendi e allenamenti tra le mura domestiche, si sta iniziando a pianificare un ritorno sui campi da gioco. La Uefa ha indicato le proprie linee guida, chiedendo alle varie federazioni europee di non annunciare lo stop definitivo dei campionati, come invece ha fatto il Belgio pochi giorni fa, e di cominciare a pensare invece di allungare la stagione calcistica al periodo estivo. Seguendo la linea tracciata dal massimo organo calcistico europeo, le federazioni nazionali stanno studiando i vari possibili scenari per ripartire. La Bundesliga, secondo quanto riportato dalla Bild, ha già pronto il piano per la ripresa post Coronavirus.

Coronavirus, il piano della Bundesliga

L’ipotesi al vaglio della Dfl, la Lega calcio tedesca, è quello di tornare a giocare disputando le gare a porte chiuse, ma con delle regole ben precise. Tra queste l’accesso consentito ad appena 239 persone selezionate. Entrando nel dettaglio, di queste 239 persone, 126 sarebbero in campo, tra giocatori, allenatori, medici, televisioni e raccattapalle (quattro anziché i soliti dodici). 113 persone invece potrebbero sedere in tribuna, tra giornalisti e personale per la sicurezza. I dirigenti ammessi per squadra sarebbero solamente otto. L’ingresso, sempre stando al report presentato dalla Bild, sarebbe vietato per ospiti vip e dipendenti dei club senza funzioni. All’esterno dello stadio, una cinquantina di addetti si occuperebbero del servizio d’ordine. L’augurio della Dfl è quello di poter ripartire i primi di Maggio. Uno scenario possibile, e che comunque garantirebbe la sicurezza e la salute di tutti gli addetti ai lavori. Escludendo, per ovvi motivi, i tifosi.

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I PIù LETTI DELLA SETTIMANA