"90 minuti di insulti ai compagni", lo show di Ibrahimovic ai tempi dei Galaxy
Home » “90 minuti di insulti ai compagni”, lo show di Ibrahimovic ai tempi dei Galaxy
News

“90 minuti di insulti ai compagni”, lo show di Ibrahimovic ai tempi dei Galaxy

Il carattere dell’attaccante del Milan non è proverbialmente uno dei più pacati al mondo. Lo sanno bene gli ex compagni di Ibrahimovic ai tempi dei Los Angeles Galaxy, squadra in cui lo svedese ha militato tra il 2018 e il 2019 prima di tornare a titolo gratuito al Milan nella sessione invernale di calciomercato. Il racconto del difensore dei San Josè Eartquakes Florian Jungwirth è l’ennesima riprova del caratterino non facile dell’asso svedese.

L’ennesimo aneddoto che sottolinea ancora una volta, se davvero ce ne fosse stato il bisogno, quanto sia difficile giocare insieme ad un campione dalla personalità straripante come Zlatan Ibrahimovic. A raccontarlo su Instagram è stato Florian Jungwirth, difensore dei San Josè Eartquakes e suo avversario ai tempi in cui Ibrahimovic giocava in Mls nei Los Angeles Galaxy. Jungwirth, in una sfida tra Eartquakes e Galaxy, aveva il compito poco invidiabile di marcare la stella svedese: “Alcuni avversari devi provocarli, ma quando inizi a giocare contro Zlatan, semplicemente non puoi vincere“.

Lo show di Ibrahimovic ai tempi dei Galaxy

L’attaccante del Milan è noto per non andarci troppo leggero con i compagni di squadra, ma quanto andò in scena a Los Angeles è rimasto impresso nella mente dell’avversario di turno, Jungwirth: “Penso sia stato nel 2018 quando abbiamo giocato a Stanford contro Zlatan per la prima volta. E lui ha letteralmente insultato i suoi compagni di squadra per 90 minuti“. Il difensore ricorda con un sorriso quella partita: “È stato semplicemente divertente. I suoi compagni erano così spaventati, e a me veniva da ridere perché sembravano quei bambini che chiedono ai loro papà ‘Posso comprarlo?‘”. Di sicuro c’è che i compagni di Ibra ai Galaxy non si sono così divertiti come il loro avversario…