Bufera Barcellona: si dimettono sei dirigenti
Home » Bufera Barcellona: si dimettono sei dirigenti
News

Bufera Barcellona: si dimettono sei dirigenti

È bufera in casa Barcellona, dopo la decisione di ben sei dirigenti blaugrana di ratificare le proprie dimissioni dal consiglio direttivo del club presieduto dal Presidente Josep Maria Bartomeu. Da giorni infuriavano polemiche tra lo stesso presidente e i due vice Emili Rousaud e Enrique Tombas.

Aria di bufera in casa Barcellona. Sei membri della giunta direttiva del club presieduto dal Presidente Josep Maria Bartomeu hanno rassegnato le proprie dimissioni. In un periodo difficilissimo per la Liga e per tutto il mondo del calcio la società blaugrana sprofonda ancora più nel caos. I sei dimissionari hanno immediatamente chiesto la convocazione di nuove elezioni, al momento previste per il 2021. Elezioni alle quali il presidente in carica non potrà partecipare. Ha infatti esaurito i tre mandati ai quali aveva diritto. La decisione arriva proprio pochi giorni dopo le esternazioni di Bartomeu che aveva chiesto ai dirigenti che non condividevano le sue idee (soprattutto sul delicato tema del taglio degli stipendi), di farsi da parte, accusandoli tra l’altro di tramare alle sue spalle.

Bufera Barcellona: i motivi delle dimissioni

A dimettersi dalle proprie cariche sono stati due vicepresidenti, Emili Rousaud e Enrique Tombas, e quattro dirigenti, Silvio Elias, Maria Teixidor, Josep Pont e Jordi Calsamiglia. Alla base della definitiva rottura con il club, oltre alla decisione di Bartomeu di declassare alcuni dirigenti, ci sono appunto le polemiche in merito alla riduzione degli stipendi dei giocatori in risposta all’emergenza Coronavirus e l’incapacità del club di mettere a punto un piano efficace davanti alle nuove sfide da combattere alla fine della pandemia. Ma soprattutto il mancato chiarimento delle responsabilità nel caso ‘Barçagate‘, lo scandalo degli attacchi social che sarebbero stati commissionati dal club anche contro i suoi stessi calciatori. Il Barcellona avrebbe infatti commissionato all’impresa I3 Ventures di migliorare la reputazione di Bartomeu e di alcuni membri del direttivo sui social, screditando invece i possibili avversari con account fittizi.

La lettera dei dimissionari

I sei dirigenti dimissionari hanno spiegato in una lettera le motivazioni della loro decisione. Questi i passi salienti: “I sottoscritti hanno comunicato al Presidente Bartomeu la decisione di dimettersi irrevocabilmente dalla posizione di dirigenti dell’FC Barcelona. Abbiamo raggiunto questa decisione non potendo invertire i criteri e le forme di gestione del club di fronte alle importanti sfide del futuro. Soprattutto nel nuovo scenario post-pandemico. Dobbiamo anche sottolineare il nostro disappunto per lo sfortunato episodio sui social network, noto come “Barçagate“. Raccomandiamo di convocare nuove elezioni. Ringraziamo i dirigenti e i dipendenti del Club per il loro supporto e l’eccellente lavoro durante questo periodo in cui abbiamo avuto l’onore di servire il nostro amato Barça“.