Home » Ozil a sorpresa: “Volevo lasciare il calcio per il ping pong”
News

Ozil a sorpresa: “Volevo lasciare il calcio per il ping pong”

Mesut Ozil in un’intervista a Marca ha rivelato che in passato aveva pensato di abbandonare il calcio per il suo sport preferito: il ping pong. Il tedesco ha dichiarato che era innamorato del popolare gioco da tavolo al tal punto da pensare di iniziare una carriera professionistica.

Ozil e la passione per il ping pong

Ho pensato di lasciare il calcio da piccolo ha confessato l’attaccante dell’Arsenal –. Me la cavavo davvero bene a ping pong, all’età di 11-12 anni mi hanno inserito nella squadra della scuola e, al primo torneo, ho steso tutti i miei avversari. Addirittura ho giocato contro il mio allenatore, mi ha battuto ma ne è uscita fuori una grande sfida. ​La passione per il mio sport preferito non era venuta meno, ma in quel determinato periodo mi divertivo molto di più con il ping pong. Trascorsa qualche settimana, ho capito che il ping pong non sarebbe stato il mio sport, così ho ripreso a giocare a calcio perché mi mancava molto il pallone“.

Il tedesco che recentemente si è reso protagonista di un divertente siparietto su twitter con un tifoso dei gunners che aveva promesso di chiamare il figlio Ozil qualora gli avesse risposto. “Fatto, ora aspetto il certificato di nascita del bambino”, aveva risposto ironicamente. Gesto ben più nobile quando a febbraio ospitò all’Emirates Stadium un bambino malato di tumore al cervello. Oltre a regalargli la maglia autografata e a passare il post partita con lui. Ozil, genio e sregolatezza, ci ha davvero regalato tanti bei momenti in questi anni, dentro e fuori dal campo. Meno male che non ha scelto di giocare a ping pong.

Tags